Read More
Tutorial

Pareo e caftano: mille modi di indossarli

È primavera, e in attesa di sapere se potremo partire per le vacanze quest’estate, possiamo viaggiare con la fantasia, imparando nuovi modi di indossare due must have da spiaggia: il pareo e il caftano. Date un occhio alla sezione Beachwear di Arja Cajo, intanto!

Una valigia leggera

È primavera: giornate che si allungano, primi boccioli di fiori, raggi di sole sulla pelle… Tutto ci fa stare bene, e quando si sta bene, è inevitabile che la mente viaggi lontano, ai pensieri felici, come le vacanze estive. Nel mondo di prima, a quest’ora avremmo già prenotato il nostro volo per un posto esotico, lontano dalla città, immerso nella natura, come gli atolli delle Maldive, ma adesso che la pandemia è ancora una realtà, nessuno sa cosa si potrà fare da qui a qualche mese.

Questo senso di incertezza e di precarietà però non ha di certo minato la voglia di evasione degli italiani: secondo i dati raccolti da Unioncamere, più della metà degli italiani sta già pianificando le vacanze estive, e di questi l’80% sceglierebbe l’Italia come meta.

Ecco, facciamo un gioco di immaginazione: se poteste, voi dove andreste quest’estate? Noi ci immaginiamo già su una barca, al largo delle coste liguri, o campane, o siciliane, in mezzo a un mare blu notte, tutto il giorno in costume a fare il pieno di sole. Un valigia leggera, con pochi abiti versatili e accessori azzeccati. Quali? Bastano un pareo e un caftano per essere eleganti ma senza impegno. Poi un paio di sandali gioiello e una borsa colorata, e il gioco è fatto.

Non sapete come indossarli? Il pareo e il caftano sono gli abiti più versatili che esistano: qui sotto vi suggeriamo noi i molti modi in cui potete indossarli.

Mille modi di indossare un pareo

Di solito il pareo lo indossiamo come copricostume, ma è un po’ riduttivo immaginarlo solo così: può diventare all’occorrenza anche vestito, gonna lunga, pantalone morbido… Ecco come.

A mo’ di gonna

Corta o lunga, il pareo può essere entrambe. Se desiderate una gonna corta, piegate il pareo in diagonale, a mo’ di triangolo, poi appoggiatelo sui fianchi e annodatelo sul davanti o lateralmente. Se invece volete una gonna lunga, prendete i due lembi e legateli sui fianchi, lasciandolo steso in lunghezza: una versione più adatta per la sera, soprattutto se indossato con un body gioiello.

L’abito brasiliano

Per adattare il pareo a mo’ di abito sbarazzino, fate così: prendete due estremità vicine e annodatele dietro al collo, poi sollevate il pareo per i lati a circa metà della sua lunghezza e appoggiandoli ai fianchi, annodateli dietro la schiena.

L’abito monospalla

Facile da realizzare, basta annodare due estremità e infilare nel buco ottenuto la testa e un braccio, facendo appoggiare il nodo sull’altra spalla. Per evitare il vestito svolazzi o si apra, prendete una cinta gioiello e chiudetela in vita.

Mille modi di indossare il caftano

Tutte abbiamo un caftano nell’armadio (e se non l’avete, nel paragrafo successivo vi suggeriamo dove acquistarne uno davvero chic!). Tunica lunga o di media lunghezze di origini arabe, consente di essere eleganti senza sforzo. Perfetto sul lungomare o in spiaggia, ultimamente le fashion influencer l’hanno sdoganato come capo must have anche per l’estate in città. Ma come indossarlo in modo cool? Ecco qualche consiglio.

Sia al mare che in città, se lo indossate con un paio di sandali flat gioiello e una piccola borsa a tracolla, è subito smart elegant. Volete dargli un tocco da sera? Indossatelo sopra un paio di pantaloni skinny neri e un kitten heel: perfetto per un aperitivo. Al mare l’imperativo è uno solo: il caftano va indossato con un paio di infradito gioiello e la classica borsa di paglia intrecciata. In testa? Un cappello a tesa larga, da vera diva!

 

Per l’estate, scegli Arja Cajo!

Nella sezione e-shop del nostro sito, troverete numerose proposte Beachwear, tra cui caftani e parei in seta, lino o cotone, in diverse fantasie floreali, e in diverse misure, da quello asimmetrico a quello corto sopra il ginocchio. La chicca da abbinare? La nuovissima borsa in limited edition Arja Cajo x La Milanesa Bag, raffigurante la peonia, il fiore bandiera di Arja Cajo, simbolo di femminilità e grazia. Perfetta da sfoggiare in una calda serata estiva, al chiaro di luna.

photo credit Viola Cajo De Cristoforis

arja cajo foulard personalizzati colorati
Read More
Suggestions

Foulard e cappelli: quale scegliere a seconda del colore

Una volta scelto cosa indossare, che sia un abito, un completo, una tuta sportiva o un vestito da cerimonia, il passo successivo è quello di pensare a ciò che ruota attorno al look, ovvero gli accessori. Spesso ritenuti superflui, gli accessori svolgono invece un ruolo fondamentale da non trascurare mai, poiché sono capaci di rivoluzionare interamente l’effetto del nostro apparire.

Quando si pensa agli accessori, si apre immediatamente la porta di un mondo ricco, all’interno del quale avremo solo l’imbarazzo della scelta. Gioielli, foulard, stole, cappelli, guanti, sciarpe, occhiali, sono solo alcuni tra gli oggetti da scegliere per rendere perfetto il nostro look.

Foulard o cappelli? Quale scegliere

Generalmente, nella sua veste più tradizionale, il foulard è visto come un accessorio da portare al collo, ma la verità è che si tratta di un capo talmente versatile, che grazie alla sua forma e alla sua semplicità riesce a ricoprire più ruoli, riuscendo sempre nell’intento di sorprendere chi lo andrà a indossare. Non dimentichiamo poi che il foulard non passa mai di moda, posizionandosi come un capo di tendenza, un vero evergreen.

Il foulard può dunque sì essere portato al collo tuttavia, ci si può sbizzarrire anche a indossarlo in testa come turbante, come bandana o anche in vita come cintura oppure  come pareo per l’estate, ma non solo.

Quando scegliere quindi un foulard in testa? Quando optare invece per un cappello? Di cappelli ne esistono centinaia di modelli, fatti a loro volta di molti tessuti differenti, per non parlare dei colori, ma la stessa cosa vale anche per i foulards. Se il foulard propone tendenzialmente sempre la stessa forma quadrata, non significa che questo “limite” non gli consenta di essere indossato con creatività in molte varianti diverse. Provare per credere!

Foulard e cappelli: quando il colore è importante

Parlando di abbinamenti e di come accostare capi, calzature e accessori, il colore è fra le discriminanti più considerate, soprattutto se non sempre amiamo osare con toni particolarmente accesi o addirittura fluo. È vero però che quando inizia il periodo Primavera-Estate, la voglia di colore si accende un po’ in ognuno di noi, portandoci inevitabilmente a indossare nuance pastello, o semplicemente qualcosa di bianco. Il foulard di seta è facile da trovare in fantasie anche molto variopinte, così da dare quel tocco di colore a un outfit che diversamente apparirebbe cupo e forse spento.

Perché quindi non provare a indossare un foulard o sciarpe di seta in veste di turbante o di bandana? Così facendo darete tutto un altro aspetto al vostro look!

Il cappello è perfetto tanto in inverno quanto in estate. Durante i mesi più freddi, abbinandolo a una sciarpa invernale o perché no, a sciarpe di lana particolari, il cappello completerà il vostro outfit. Ancora una volta ecco che gli accessori non si presentano “solo” come capi utili (per esempio a ripararci dal freddo) bensì come veri e propri elementi moda da curare e scegliere nel dettaglio. Il cappello non è solo un accessorio invernale, ma anche un vero alleato di stile durante i mesi più caldi: dal modello con la visiera, e quello in cotone leggero, passando per il basco e per quelli con la tesa larghissima, sono tutti copricapo perfetti sia sotto l’ombrellone, sia durante i pomeriggi di shopping con le amiche.

Non vi resta dunque che scegliere tra cappello e foulard, ricordando sempre che avere tutto a disposizione nel guardaroba può essere di vero aiuto in fase di scelta outfit! Date un’occhiata al sito Arja Cajo le idee non mancano…

Fonte foto: Photo by Magda Ehlers from Pexels