Read More
Tutorial

Pareo e caftano: mille modi di indossarli

È primavera, e in attesa di sapere se potremo partire per le vacanze quest’estate, possiamo viaggiare con la fantasia, imparando nuovi modi di indossare due must have da spiaggia: il pareo e il caftano. Date un occhio alla sezione Beachwear di Arja Cajo, intanto!

Una valigia leggera

È primavera: giornate che si allungano, primi boccioli di fiori, raggi di sole sulla pelle… Tutto ci fa stare bene, e quando si sta bene, è inevitabile che la mente viaggi lontano, ai pensieri felici, come le vacanze estive. Nel mondo di prima, a quest’ora avremmo già prenotato il nostro volo per un posto esotico, lontano dalla città, immerso nella natura, come gli atolli delle Maldive, ma adesso che la pandemia è ancora una realtà, nessuno sa cosa si potrà fare da qui a qualche mese.

Questo senso di incertezza e di precarietà però non ha di certo minato la voglia di evasione degli italiani: secondo i dati raccolti da Unioncamere, più della metà degli italiani sta già pianificando le vacanze estive, e di questi l’80% sceglierebbe l’Italia come meta.

Ecco, facciamo un gioco di immaginazione: se poteste, voi dove andreste quest’estate? Noi ci immaginiamo già su una barca, al largo delle coste liguri, o campane, o siciliane, in mezzo a un mare blu notte, tutto il giorno in costume a fare il pieno di sole. Un valigia leggera, con pochi abiti versatili e accessori azzeccati. Quali? Bastano un pareo e un caftano per essere eleganti ma senza impegno. Poi un paio di sandali gioiello e una borsa colorata, e il gioco è fatto.

Non sapete come indossarli? Il pareo e il caftano sono gli abiti più versatili che esistano: qui sotto vi suggeriamo noi i molti modi in cui potete indossarli.

Mille modi di indossare un pareo

Di solito il pareo lo indossiamo come copricostume, ma è un po’ riduttivo immaginarlo solo così: può diventare all’occorrenza anche vestito, gonna lunga, pantalone morbido… Ecco come.

A mo’ di gonna

Corta o lunga, il pareo può essere entrambe. Se desiderate una gonna corta, piegate il pareo in diagonale, a mo’ di triangolo, poi appoggiatelo sui fianchi e annodatelo sul davanti o lateralmente. Se invece volete una gonna lunga, prendete i due lembi e legateli sui fianchi, lasciandolo steso in lunghezza: una versione più adatta per la sera, soprattutto se indossato con un body gioiello.

L’abito brasiliano

Per adattare il pareo a mo’ di abito sbarazzino, fate così: prendete due estremità vicine e annodatele dietro al collo, poi sollevate il pareo per i lati a circa metà della sua lunghezza e appoggiandoli ai fianchi, annodateli dietro la schiena.

L’abito monospalla

Facile da realizzare, basta annodare due estremità e infilare nel buco ottenuto la testa e un braccio, facendo appoggiare il nodo sull’altra spalla. Per evitare il vestito svolazzi o si apra, prendete una cinta gioiello e chiudetela in vita.

Mille modi di indossare il caftano

Tutte abbiamo un caftano nell’armadio (e se non l’avete, nel paragrafo successivo vi suggeriamo dove acquistarne uno davvero chic!). Tunica lunga o di media lunghezze di origini arabe, consente di essere eleganti senza sforzo. Perfetto sul lungomare o in spiaggia, ultimamente le fashion influencer l’hanno sdoganato come capo must have anche per l’estate in città. Ma come indossarlo in modo cool? Ecco qualche consiglio.

Sia al mare che in città, se lo indossate con un paio di sandali flat gioiello e una piccola borsa a tracolla, è subito smart elegant. Volete dargli un tocco da sera? Indossatelo sopra un paio di pantaloni skinny neri e un kitten heel: perfetto per un aperitivo. Al mare l’imperativo è uno solo: il caftano va indossato con un paio di infradito gioiello e la classica borsa di paglia intrecciata. In testa? Un cappello a tesa larga, da vera diva!

 

Per l’estate, scegli Arja Cajo!

Nella sezione e-shop del nostro sito, troverete numerose proposte Beachwear, tra cui caftani e parei in seta, lino o cotone, in diverse fantasie floreali, e in diverse misure, da quello asimmetrico a quello corto sopra il ginocchio. La chicca da abbinare? La nuovissima borsa in limited edition Arja Cajo x La Milanesa Bag, raffigurante la peonia, il fiore bandiera di Arja Cajo, simbolo di femminilità e grazia. Perfetta da sfoggiare in una calda serata estiva, al chiaro di luna.

photo credit Viola Cajo De Cristoforis

come indossare due foulard insieme sulla testa
Read More
Tutorial

Indossare due foulard insieme: idee

Ogni outfit che si rispetti è tendenzialmente accompagnato da uno o più accessori che inevitabilmente conferiscono al look un aspetto diverso a seconda di quale si sceglie di abbinare. Gli accessori fra cui poter scegliere sono i più diversi e permettono di spaziare da uno stile all’altro in poche mosse. Mai sottovalutarne l’importanza, perché  facendone buon uso ne potrete solo trarre beneficio.

Nel caso del foulard moltissime sono le combinazioni e altrettante le modalità di utilizzo, accessorio sempre di tendenza e adatto ad accompagnare ogni stile, dal più glamour al più sportivo, dal più sofisticato al più casual. L’importante, quando si vuole indossare un foulard di seta, è avere ben chiaro il ruolo che gli si vuole dare, poiché tutto dipende da come lo si indossa.

Il foulard e le sciarpe leggere (ma anche le stole eleganti e le sciarpe invernali) possono essere sì indossate al collo come previsto dall’immaginario comune, ma la verità è che molte sono le forme che possono prendere tali accessori:  cinture, turbanti, bandane, top, accessori borsa, ecc… Avrete solo da scegliere quale fa per voi. Il consiglio, quando si ha a che fare con i foulards ma non solo, è quello di non limitare la fantasia e la creatività. Lasciatevi ispirare dal vostro mood e magari dalle tendenze della stagione e vedrete che il risultato sarà garantito e vi sentirete sempre perfette e super-fashion. Date uno sguardo alle passerelle e trovate un compromesso con la vostra personalità et voilà… ecco il look di tendenza fatto su misura per voi.

Foulard: come indossarlo

1. Al collo. Il bello di indossare i foulard al collo è che ci sono molti modi per portarlo. Ci sono tante tipologie di nodi che si possono fare, così da avere sempre un effetto diverso, trovando il più adatto in ogni circostanza e in ogni momento della giornata. Provate ad avvolgere al collo due foulard di seta, meglio se di dimensioni ridotte, e scoprirete subito che il gioco di colori dato dai due accessori insieme è una vera scoperta. Osate anche con due sciarpine leggere o con  due pashmine sottili e il risultato non vi deluderà.

2. In testa. Ultimamente sta tornando molto di moda il turbante, da sfoggiare principalmente nei mesi più caldi. Ecco dunque che torna utile avere a disposizione qualche foulard di seta da utilizzare in veste di turbante. E per ottenere un effetto ancora più speciale, intrecciare due foulards insieme può essere la risposta. Potrete decidere se abbinare due foulard in fantasia, oppure in tinta unita o anche alternarli; provate le diverse opzioni per trovare quella che meglio si addice a voi e al vostro stile.

3. All’interno di una acconciatura. Pensate principalmente per coloro che vantano una chioma di capelli lunghi, le molte idee di acconciature con foulards si possono riproporre anche con l’utilizzo di due foulards insieme, che arricchiranno ulteriormente il vostro outfit. Molto belli visti all’interno di una treccia, ma anche con gli chignon e le acconciature più complesse, i foulards vi renderanno ancora più uniche.

4. In vita. Avete mai pensato ad utilizzare i foulard di seta come cinture? Se la risposta è No, è giunto il momento di farci un pensierino. Da provare con le gonne lunghe, ma anche con il denim (lungo, bermuda o shorts) e scoprirete di non potervi più fare a meno. Prendete due foulard e arrotolateli prima su loro stessi e poi insieme; ecco che in un attimo avrete realizzato una cintura perfetta, da mostrare a tutte e che tutte vi invidieranno.

Niente poi vi vieta di indossare due foulard insieme in due vesti diverse: uno al collo e uno nella treccia per esempio. Ecco dunque che in pochissimi minuti, con un solo articolo, avrete a disposizione una vasta gamma di capi e accessori tra cui scegliere. Mica poco!

Photo by lexie janney on Unsplash

come fare un turbante partendo da un foulard
Read More
Tutorial

Fare un turbante con un foulard in 4 mosse

Le stagioni passano e le tendenze cambiano, tuttavia ci sono capi e accessori che non passano mai di moda e piacciono (quasi) a tutti. Il panorama degli accessori è ricco e comprende oggetti di vario genere, dai bijoux ai gioielli super lusso, ma anche cappelli, sciarpe, foulard e molto altro ancora.

Quando si pensa a un outfit è sempre bene immaginarlo nella sua totalità, a 360 gradi, così da avere bene in mente tutti i vari abbinamenti che si possono provare, sempre a seconda dell’occasione e della stagione in corso. Lasciatevi ispirare da ciò che vi circonda e magari da qualche proposta vista in passerella o sulle pagine di moda.

Un vero must-have per la Primavera-Estate è il foulard, pensato in tutte le sue declinazioni, perfetto per tutte le età e per tutti i gusti. Provare per credere. Il foulard di seta è uno di quegli accessori che si trovano un po’ in tutti gli armadi, indipendentemente da quale sia il vostro stile preferito. Il vero segreto è saper utilizzare i foulards, indossandoli sempre in maniera diversa, per non annoiarsi mai.

Foulard o turbante. Come realizzarlo?

Tra le numerose vesti che può ricoprire il foulard (accompagnato da stole eleganti, scialli, sciarpine leggere) c’è quella de turbante, molto in voga negli ultimi anni, ma contemporaneamente accessorio antico e molto sfruttato nel corso dei secoli, da uomini e donne.

Oggigiorno il turbante è da considerare un vero e proprio accessorio moda, perfetto per accompagnare look estivi di ogni genere, dando quel tocco di personalità che non guasta mai. Il turbante è da vedere come un accessorio evergreen, sempre di tendenza, anno dopo anno.

Ma come realizzare un turbante? Molte volte l’ostacolo principale è legato al pensiero di non riuscire a dare vita a qualcosa, ma nel caso del turbante possiamo dire addio a questo presunto problema, perché realizzare un turbante di tendenza sarà molto più facile a farsi che a dirsi.

Turbante con foulard: perfetto in 4 mosse

Prima di iniziare a creare il vostro turbante perfetto, è importante fare la giusta scelta in materia di foulard. Innanzitutto, è bene avere a disposizione un po’ di modelli di foulard, così da avere diverse opzioni tra cui scegliere, dopodiché le caratteristiche fondamentali da considerare solo la fantasia (e il colore) e la dimensione.

I foulard di seta sono tra i più utilizzati, manche cotone, lino e organza. Tutto dipende dall’effetto ultimo che volete proporre.

Per realizzare un turbante i passaggi possono essere diversi, ma il più semplice si riesce a creare in 4 semplici mosse:

1. Posizionare il foulard in testa. Appoggiare il foulard sulla testa. Mettere semplicemente il foulard sui capelli è il primo step, qualsiasi tipo di turbante vogliate indossare.

2. Avvolgere il capo. Prendere le estremità e portarle sotta la nuca, magari annodando, per evitare che il foulard si muova, vanificando quanto fatto fino a questo momento.

3. Arrotolare il foulard “in eccesso”. Arrotolare su sé stesso il tessuto rimasto. Potere scegliere se arrotolare il foulard letteralmente, frontalmente o posteriormente. La scelta è puramente estetica, ma ricordate che il risultato cambia a seconda della strada che deciderete di percorrere.

4. Fissare il tessuto. Come ultimo passaggio bisogna fissare il finale del turbante/foulard. Questa operazione è fattibile attraverso mollette (o forcine) oppure creando un piccolo nodino nascosto. Dopo qualche turbante di prova sarà un vero gioco da ragazzi indossarlo in pochissimi minuti.

Si tratta di una semplice linea guida da cui tratte un piccolo spunto per un primo approccio al mondo dei turbanti, anche perché sarete voi a scegliere come preferite indossarlo, in relazione al vostro stile e all’occasione d’uso.

Turbante: come abbinarlo

Una volta imparato a dare vita al turbante partendo da un semplice foulard, ecco che in ogni momento sarà possibile indossarlo, sempre che sia in linea con il vostro outfit e con il contesto che vi circonda.

Tra le proposte di look che meglio si intonano con il turbante, ci sono certamente quelle più estive e colorate, anche se il turbante si può tranquillamente declinare diversamente. Abbinare un turbante a un lungo abito leggero e scivolato è tra le opzioni più diffuse, magari completando il tutto con un sandalo flat, rigorosamente gioiello. Se invece la vostra personalità è più sportiva non disperate, perché il turbante è perfetto anche con shorts in jeans e top colorato.

Insomma, la verità è che non esiste un solo modo per realizzare un turbante e neanche un solo stile per poterlo sfoggiare, anzi. Il bello di questo accessorio così versatile è proprio la sua universalità, che lo rende adatto sempre, a tutte le età e per tutte le fisicità. Qualsiasi taglio di capelli abbiate va bene per indossare il turbante, poiché si tratta di un accessorio capace di valorizzare al massimo i lineamenti del viso. Scegliete quindi con attenzione anche il make-up, a seconda del risultato che volete ottenere.

Fonte foto: Photo by mentatdgt from Pexels

arja cajo foulard per ogni età
Read More
Tutorial

Come indossare un foulard a seconda dell’età

Quante volte abbiamo sentito dire che esiste un tempo per tutto? Se per tanti aspetti della vita si tratta di una reale verità, per quanto riguarda la moda, sicuramente ci sono delle eccezioni.

Il mondo del fashion è vario, coinvolge davvero tutti e ognuno può esprimere se stesso attraverso i capi di abbigliamento che sceglie di indossare, ma anche attraverso acconciature, make-up, accessori, calzature e gioielli. Tutto parla di noi, anche gli accessori più piccoli e apparentemente meno significativi. Accessori ne esistono in grandi quantità e fra gli intramontabili c’è il foulard.

Il foulard (di seta, ma anche di altri tessuti da scegliere in relazione alla stagione in corso) è un accessorio dalla lunga storia, utilizzato già nell’antichità e che ancora oggi vive in primo piano, soprattutto per i più attenti in materia di stile.

Da Grace Kelly a Audrey Hepburn, molte sono le icone di bellezza che da sempre richiamano fascino per eccellenza e in comune hanno il fatto di avere indossato foulards.

Grazie alla sua estrema versatilità, il foulard ricopre un ruolo importante nel look di tutti i giorni, regalando un tocco speciale in ogni occasione.

Per gli outfit più semplici e per quelli più eleganti, il foulard, la stola e lo scialle sono degli alleati che, una volta scoperti, non si potranno più trascurare. Basti pensare alle cerimonie, alle occasioni più glamour e immediatamente ci immaginiamo abiti raffinatissimi, immancabilmente arricchiti dal stole eleganti, da sciarpe leggere e scivolate o da foulard in seta capaci di rendere unico il look.

Foulard: occasioni e stile

Ogni occasione è buona per indossare un foulard. Lavorate in ufficio? Foulard. Siete spesso all’aria aperta? Foulard. Partecipate spesso a eventi chic o colazioni di lavoro? Foulard. Vi allenate al parco? Foulard. Insomma, il foulard è la risposta a tutto, poiché molte sono le facce che possiede e gli stili che può valorizzare.

Pensare al foulard troppo spesso richiama il suo utilizzo più classico, ovvero avvolto al collo, ma sapete quanti altri usi si possono fare di questo straordinario accessorio? P

otete indossarlo come fascia per capelli, come bandana in testa, come turbante, come cintura, come pareo o come top, ma ancora come bracciale, come accessorio borsa o come stola. Vi pare poco?

Foulard: quale scegliere a seconda dell’età

Il foulard vi fa venire in mente solo l’armadio della nonna o della zia? Bene, è arrivato il momento di cambiare idea. Le giovani e le giovanissime difficilmente acconsentirebbero a indossare un foulard al collo, a meno che non si trovino obbligate, ma la verità è che le teenagers (e non solo) hanno una grande quantità di opzioni a loro disposizione, per poter abbinare il foulard, senza dimenticare le tendenze del momento.

Provate il foulard al posto della fascia per capelli e al posto del pareo in spiaggia e vedrete che il passo successivo sarà solo quello di “rubare” tutti i foulard a mamme, sorelle, zie e perché no, anche nonne.

Per tutte coloro che invece non sono più ragazzine, non è il caso di disperare, perché il foulard è perfetto per tutte, non solo al mare. L’idea del turbante è valida per ogni età, a patto che rispecchi in toto il vostro stile, dopodiché molti sono gli utilizzi che potrete fare del foulard di seta. Non dimenticate le stole per cerimonia, ma anche lo scialle elegante e la sciarpa in seta, perfette per accompagnare i vostri outfit. Sempre.

Per le donne adulte è importante sfatare il mito delle sciarpe nere o delle tinte unite. Ricordatevi che avere qualche anno (o qualche chilo) in più non significa vestire solo di scuro, anzi. Provate ad abbinare un bel foulard di seta variopinto (meglio se dalle tinte forti e in contrasto) a un look total black e vedrete come cambia l’effetto. Sciarpa bianca e nera sì, ma con moderazione. Non potete fare a meno di indossare solo abiti neri? Lasciate comunque un po’ di spazio al colore, magari proprio da gestire con gli accessori, ne rimarrete catturate.

In materia di stile le tendenze contano, è vero, ma il reale segreto è quello di sentirsi sempre a proprio agio e perfette con ciò che si indossa, perché solo così convincerete chi vi sta intorno che siete davvero irresistibili. Ad ogni età.

Sia che preferiate un look più casual, sia che invece siate più inclini al classico o al bon ton e chi più ne ha più ne metta, sappiate che per ogni look è possibile abbinare un foulard.

Ecco perché è bene averne sempre una bella scorta! Dimensioni, materiali, colori e fantasie sono fondamentali per scegliere i giusti abbinamenti, che devono essere sempre pensati sulla base della vostra silhouette, dell’occasione d’uso e dello stile scelto. Ogni tanto però ricordatevi di giocare con gli accessori, magari provando gli accostamenti di colori e fantasie più improbabili, perché solo così potrete scoprire qualcosa di nuovo che potrebbe piacevolmente stupirvi oppure ricordarvi ancora una volta che osare non fa proprio per voi. Buon divertimento!

Fonte foto: Photo by Andrea Piacquadio from Pexels

come fare nodi foulard
Read More
Tutorial

Nodi foulard: 6 modi per annodare i foulards

Gli accessori sono da sempre i migliori accompagnatori per ogni look. Nel corso degli anni sono cambiati, alcuni sono stati rivalutati, altri sono scomparsi piano piano con il passare del tempo e delle mode, lasciando spazio ad altri capi.

Ma ormai è noto a tutti, le mode (quasi tutte) tornano e con loro anche i must-have che le hanno portate in cima alla vetta delle tendenze.

A dominare passerelle e classifiche dei capi che non potranno mancare nell’armadio stagione dopo stagione ci sono anche (ma non solo) gli accessori. Tra gli intramontabili evergreen troviamo il foulard, perfetto per donna e per uomo, ma particolarmente adatto anche per i più piccoli.

Il foulard di seta è un capo che sa unire praticità e stile, riuscendo ad essere utilizzabile tanto nella quotidianità della routine di tutti i giorni, quanto nelle occasioni più eleganti e speciali.

Tutto questo è possibile grazie alla caratteristica più importante del foulard, ovvero la versatilità. Il foulard ha molte facce diverse e per questo può vantare anche differenti personalità. Non vi resta che scoprire quelle più adatte al vostro look e al vostro stile.

Una volta scelto il foulard adatto all’outfit proposto, la prima cosa da fare è capire quale effetto si desidera proporre.

Come vogliamo che appaia il foulard una volta indossato? In base alla risposta data a questo quesito, si dovrà procedere con la scelta del nodo (o del “non nodo”) da fare al foulard. Sebbene possa sembrare apparentemente difficile, in realtà è molto semplice per tutti.

Nodi foulard: come farli

I nodi che si possono fare ai foulard sono davvero tantissimi e ognuno può decidere di personalizzare l’accessorio come meglio preferisce. Si può decidere di giocare anche con sciarpine, sciarpe leggere, pashmine, sciarpe chiuse o maxi sciarpe, a seconda della stagione e dell’occasione in cui sfoggiarle.

Se siete amanti di foulard personalizzati o sciarpe creative non temete, anche con i capi più speciali è possibile creare look diversi e sempre glamour.

1. Nodo semplice

Il nodo semplice è la cosa più facile che si possa fare, ancora più veloce di allacciarsi i lacci delle scarpe. Basterà prendere il foulard e fare un nodo, ma starà a voi decidere dove posizionare tale nodo e che lunghezza lasciare ai due lembi del foulard che rimarranno liberi.

Nonostante sia particolarmente “basico”, il nodo semplice può essere proposto anche in abbinamento con gli abiti più chic; in quel caso, magari, tendete a preferire scialli o stole eleganti, così darete un tocco di femminilità in più all’intero outfit.

2. Fiocco

Un modo decisamente carino per sfoggiare il foulard di seta è quello di indossarlo al collo (ma anche come foulard al polso è un’idea) facendo un fiocco, da portare poi frontale, laterale o anche sotto la nuca.

Il fiocco è particolarmente indicato per tutte le amanti dello stile romantico e bon ton, sempre elegante e mai esagerato nei colori e negli accostamenti.

3. Bandana o turbante

Indossare un foulard come bandana per capelli o come turbante è sicuramente un modo un po’ diverso per proporre l’accessorio, anche se ultimamente si sta diffondendo sempre di più, soprattutto fra le più giovani.

La bandana è piuttosto utile (nonché bella) da indossare durante i mesi estivi, mentre il turbante non ha stagione, va bene sempre ed è perfetto per qualsiasi tipo di taglio di capelli.

4. Senza nodo

Il bello del foulard è che si può indossare anche senza fargli obbligatoriamente un nodo. Si può decidere infatti di avvolgerlo intorno al collo, facendo uno o più giri, ma anche lasciarlo cadere sulle spalle o sul petto senza bisogno di aggiungere altro.

Il consiglio, in questo caso, è quello di fare attenzione alla tipologia di foulard scelto. Un focus particolare deve andare sia alla grandezza, sia alla fantasia, perché l’accessorio si deve abbinare al meglio al look scelto.

5. Nodo ascot

Il nodo ascot nasce principalmente come nodo destinato ai foulard per uomo, ma nel corso del tempo ha perso un po’ la sua connotazione esclusivamente maschile, riuscendo ad adattarsi anche ad alcuni outfit più femminili.

È un nodo che richiama un’eleganza senza tempo, ma anche capace di dare un’immagine unica se rivisitato in chiave moderna e contemporanea. Da provare sicuramente con la camicia, ma anche con i look più casual e sportswear.

6. Triangolo

Un po’ stile bandito, il foulard a triangolo è certamente tra i più utilizzati. È sufficiente fare una piega diagonale ed ecco il triangolo, facile da indossare e anche da annodare. Il nodo può essere fatto dietro la testa, ma anche sul davanti, qualora la lunghezza del foulard lo permetta.

Il foulard a triangolo accompagna perfettamente gli outfit più sportivi ed è perfetto per proteggere collo e gola dalle temperature più scomode durante la primavera o l’autunno. Da provare anche durante gli allenamenti all’aperto.

Fonte foto: Unsplash

foulard da uomo
Read More
Tutorial

Foulard: come fare nodo ascot da uomo

Nell’immaginario comune, il foulard è un accessorio tendenzialmente riconducibile all’universo femminile, che può disporne in molte modalità differenti.

Il foulard di seta, infatti, può essere usato come sciarpina leggera, come fascia per capelli, come bandana in testa, come cintura, ma ancora come pareo, come turbante, come copricostume o anche come borsa. Basta avere un po’ di creatività e tutto diventa facile e divertente.

Ma la verità è che anche gli uomini apprezzano i foulard, soprattutto se abbinati a determinati tipi di outfit.

Se da una parte ci sono gli sportivi per eccellenza, che mai e poi mai indosserebbero neanche una camicia, dall’altra ci sono coloro che farebbero anche fitness in camicia. A mettere d’accordo tutti i gusti, però, c’è l’accessorio salva stile: il foulard.

Si tratta di un accessorio perfetto (quasi) per ogni tipo di look. È adatto a chi ogni giorno veste abiti impeccabili con tanto di fazzoletto nella giacca in coordinato, ma contemporaneamente è perfetto per chi indossa più semplicemente jeans e camicia (ma anche t-shirt).

L’importante è saper scegliere la giusta tipologia di foulard abbinando correttamente colori e fantasie.

Foulard: stile e praticità

La scelta di indossare un foulard può avvenire per necessità di riparo e quindi per proteggere collo e gola durante i periodi freschi dell’anno, ma può anche essere fatta più semplicemente per arricchire il proprio stile, aggiungendo un accessorio all’outfit proposto.

Non è sempre importante realizzare nodi complessi o particolarmente lavorati per apparire perfetti, poiché anche appoggiato delicatamente sul collo con un giro semplice di un solo lembo può donare l’effetto adatto.

A fare la differenza è spesso il colore o la fantasia. Sono infatti caratteristiche da valutare con attenzione, sempre avendo ben presente il look al quale andrà abbinato l’accessorio.

Optare per colori neutri è una buona idea soprattutto se disponiamo di pochi foulards e desideriamo che essi abbiamo molte possibilità di abbinamento, senza osare troppo.

Per i più attenti in materia di stile, però, il consiglio è quello di reperire più foulards, così da avere sempre a disposizione più opzioni tra cui scegliere la migliore per l’occasione.

Foulard uomo. Quando indossarlo

Il foulard da uomo (ma anche la pashmina o la sciarpina leggera) sono davvero molto utili nei periodi di mezza stagione, quando il clima è un po’ imprevedibile e il meteo incerto. Ma non tralasciamo l’aspetto estetico, perché anche l’occhio vuole la sua parte!

Capace di conferire a chi lo indossa un’eleganza unica e un fascino d’altri tempi, il foulard è una scelta interessante anche per chi non ama indossare cravatta o papillon. Ebbene sì, il foulard può sostituire in toto cravatta e papillon ed è un’opzione così elegante da essere scelta anche durante cerimonie matrimoniali o eventi molto glamour. Provare per credere!

Foulard uomo. Il ritorno dell’ascot

Pensato per dare un tocco di fascino da vero gentiluomo, l’ascot (rigorosamente in seta) torna ad essere particolarmente apprezzato dall’uomo contemporaneo che vuole conferire al suo look un tocco di fascino dandy moderno. Adatto a chi ama vestire elegante un po’ in tutte le occasioni, l’ascot è perfetto anche se accostato ai look più casual.

L’ascot deve il suo nome all’omonima località inglese, Ascot, celebre per la gara ippica alla quale era richiesto di partecipare in abiti eleganti. Era qui, infatti, che gli uomini usavano indossare questa speciale cravatta in seta che è poi diventata sinonimo di stile maschile.

Fare un perfetto nodo ascot utilizzando un foulard di seta potrebbe richiedere un po’ di pratica, ma esiste un modo davvero semplice per creare un effetto davvero invidiabile.

L’importante è che il risultato finale appaia del volume giusto. Può essere indossato sotto o sopra la camicia e rende ogni look un po’ più elegante.

Per rendere l’effetto ancora più unico è possibile applicare una spilla, così da arricchire e dare un tocco di luce all’intero outfit. Certo dipende dalla situazione e dall’occasione, ma durante gli eventi più eleganti è un’ipotesi da prendere in considerazione, così ospiti, amici, colleghi o parenti ne rimarranno affascinati.

Come fare un nodo ascot da uomo in modo semplicissimo

Ecco una semplice spiegazione per realizzare rapidamente ed efficacemente un nodo ascot partendo da un foulard in seta. Potete utilizzare anche un foulard in altro materiale, ma la seta è sempre il tessuto più indicato.

Appoggiare il foulard sulla parte posteriore del collo con le due estremità libere sul petto, rendendole leggermente asimmetriche. Sovrapporre le due estremità e realizzare un nodo piuttosto stretto, lasciando cadere entrambe le estremità sul davanti.

Portare i due lembi sotto alla camicia (se si vuole indossare il foulard così, altrimenti posizionarlo fuori dalla camicia) e aggiustare a piacimento il nodo, regolandone la forma e la posizione. Semplice, no?

Con un po’ di prove scoprirete che il foulard è un vero must-have a cui non riuscirete più a rinunciare.

Fonte foto: Pexels

foulard quadrati da mettere in testa
Read More
Tutorial

Foulard quadrati: come usarli in modo pratico

Indossare un foulard può essere molto semplice, ma può anche richiedere un piccolo sforzo creativo. Sebbene il foulard di seta sia tra gli accessori più versatili di sempre, non tutte ne conoscono le moltissime potenzialità.

Il foulard, le sciarpe leggere, le pashmine, le stole e gli scialli si prestano molto bene a differenti usi: l’importante è sapere quale effetto volete rendere una volta terminato il vostro look.

Gli accessori, da sempre, sono in grado di conferire un tocco di originalità e di personalità in più ad ogni outfit, ma il segreto è optare per quelli giusti.

Se avete sempre pensato che indossare un foulard sia solo mettersi una sciarpina al collo, allora dovreste colmare questa lacuna, così da lasciarvi tentare da un mondo fatto di stile, tendenze e foulard.

Di foulard ne esistono moltissimi, differenziati da tessuti, fantasie, colori, dimensioni e forme. Ogni foulard di seta si può trasformare in molto altro, ma come rendere al meglio i foulard dalla forma quadrata?

Foulard quadrati. Come indossarli?

La scelta di come indossare un foulard è del tutto personale, non esistono regole, ma solo occasioni, stagioni e gusti personali da assecondare per quanto possibile. Sentitevi anche libere di osare un po’ di più quando l’occasione lo permette e vedrete che non potrete più farne a meno.

Il foulard quadrato può essere di diverse dimensioni, ma tutte facilmente rivisitabili a seconda delle necessità di chi andrà a indossarli. Dal quadrato create un triangolo facendo una semplice piega in diagonale e lasciate libera la fantasia, solo così potrete scoprire di avere a disposizione una serie di altri capi e accessori che non avreste mai immaginato.

6 modi per usare i foulard quadrati

1. In testa. Tra i modi più diffusi e convenzionali di utilizzare un foulard c’è quello di indossarlo in testa, magari a turbante o a bandana per capelli. Provare anche l’opzione fascia, perfetta tanto per chi ama portare i capelli lunghi, quanto per le sostenitrici di tagli corti.

Il foulard in testa è un vero classico, soprattutto nelle stagioni più calde, che vi permetteranno di sfoggiare fantasie e colori accesi, per mettere in risalto al meglio il vostro viso. Che lo scegliate per ripararvi dal sole o per far risaltare il vostro look non fa differenza, l’importante è che vi sentiate sempre a vostro agio.

2. Al collo. Indossare un foulard al collo è altrettanto semplice e diffuso. Tuttavia, ci sono diversi modi per indossare il foulard di seta al collo. Si può annodare semplicemente, magari con un bel fiocco (centrale, frontale, laterale o posteriore), ma anche indossarlo in maniera più pratica e volta a proteggerci da aria, vento, aria condizionata…

Ecco dunque che il foulard riveste due ruoli fondamentali indossato al collo, ovvero un ruolo funzionale e uno estetico. Chi ha detto poi che le due cose non possano viaggiare sullo stesso binario? Provare per credere!

3. In vita. Il foulard in vita è un tocco di stile che dovete provare almeno una volta. Scegliete un foulard di seta di dimensioni medie o grandi (a seconda del capo su cui andrete ad abbinarlo).

Uno degli accostamenti che rendono il foulard in vita davvero irresistibile è con il denim. Potete scegliere il jeans lungo, il bermuda o lo short, ma il consiglio è quello di abbandonare la classica cintura, per dare un tocco glamour in più facendo scorrete tra i passanti un coloratissimo foulard.

Se invece siete più propense a indossare principalmente abiti, sappiate che il foulard si presta benissimo anche come cintura sull’abito; provatelo su abiti più semplici e poi lanciatevi anche con accostamenti apparentemente più bizzarri.

4. Tra i capelli. Il foulard tra i capelli è indicato soprattutto per tutte quelle che vantano lunghe chiome di capelli.

Che abbiate i capelli ricci, lisci o mossi non importa, perché il foulard vi aiuterà a realizzare acconciature originali e davvero comode. Le trecce con il foulard sono tra le più apprezzate, ma provando varie opzioni troverete di certo le più adatte a voi e al vostro style.

5. Sulle spalle. Portare il foulard sulle spalle potrebbe far storcere il naso soprattutto alle più giovani, che potrebbero erroneamente etichettare il foulard sulle spalle (o lo scialle) come una scelta un po’ meno giovane. Sbagliatissimo!

Il foulard sulle spalle è estremamente giovane, se abbinato correttamente. Un esempio? Un abito scivolato, magari con le spalline strette è perfetto se accompagnato da un foulard che posa delicatamente sulle spalle. Optate per una stola oro o per una stola elegante e avrete solo l’imbarazzo della scelta.

6. Al polso. Portare il foulard al polso è una scelta piuttosto diffusa. Certo la prima cosa da fare è selezionare foulard quadrati che siano di dimensioni adatte e quindi tendenzialmente piccoli, per evitare un brutto effetto ottico sproporzionato sul braccio.

Avvolgetelo al polso ed è fatta! È sufficiente poi bloccare le due estremità con un semplice nodo oppure con un fiocco per avere in un batter d’occhio un meraviglioso foulard da polso che sostituisce alla perfezione anche i braccial

stole oro e argento come abbinarle
Read More
Tutorial

Stole cerimonia oro o argento: come indossarle

Non capita tutti i giorni di essere invitati a cerimonie come matrimoni, comunioni, cresime, lauree e altre ancora, tuttavia è sempre bene avere a disposizione nel nostro guardaroba i capi giusti per fare bella figura sempre e in ogni occsione, sia essa più o meno formale.

L’universo femminile può contare sempre su numerosi alleati di bellezza, spesso sufficienti a rendere perfetto ogni look, anche il più semplice. Il segreto è sempre scegliere l’abito giusto, soprattutto durante le occasioni più eleganti. Amici, parenti o colleghi si sposano? Ecco alcuni accessori che vi faranno sentire delle vere principesse (quasi al pari della sposa!).

Stole da cerimonia: quale scegliere?

Naturalmente il primo passo per ogni creazione di outfit prevede che si parta dal vestito. Tutto ruota attorno all’abito scelto, dagli accessori al make-up, passando per acconciature e bijoux vari. Un consiglio: fate molta attenzione quando scegliete un abito, puntando su un modello capace di valorizzare le vostre forme e la vostra silhouette, ma fate ancora più attenzione quando scegliete il famoso “spezzato”, perché tutti i pezzi andranno abbinati tra loro con criterio.

Accanto alla scelta dell’abito, viaggia la decisione riguardante le stole per abiti, indispensabili per arricchire e completare il look da cerimonia, qualunque sia il vostro rapporto con gli sposi. Scegliere la stola per cerimonia perfetta non è sempre facile, ma ci sono almeno tre colori che salveranno il vostro stile, mettendovi in risalto al meglio. Si tratta della stola champagne, ma anche delle stole cerimonia oro e delle stole cerimonia argento: champagne, oro e argento sono nuance perfette per accompagnare il look da matrimonio, poiché regalano luce e un’eleganza senza tempo, perfetta per farvi sentire a vostro agio ed elegantissime.

La scelta delle stole da cerimonia (online sul nostro sito troverete tante idee da valutare) è importante e bisogna capire se la decisione cadrà su un accessorio in fantasia oppure in tinta unita. Il secondo aspetto è legato al tessuto: organza, seta, chiffon, ma anche cashmere, lana e cotone, tutto dipende da quale mese gli sposi hanno scelto per scambiarsi le fatidiche promesse d’amore.

Stole da sera: come indossarle

Stole da sera o stole da cerimonia, la differenza può spesso essere impercettibile, perché tutto dipende dall’effetto generale creato dall’intero look. Per indossare la sciarpa elegante e la stola per matrimonio bastano alcuni accorgimenti.

Indossare la stola sulle spalle

Il primo modo per indossare scialle, stola e sciarpa è quello di adagiarli delicatamente sulle spalle, così da coprire la parte alta della schiena, le spalle e le braccia. Si tratta di un modo molto diffuso e decisamente semplice, ma sempre d’effetto.

Indossare la stola o lo scialle sul collo e sulla schiena

Altra modalità per indossare la vostra stola elegante è quella di appoggiare la stola all’altezza della gola e lasciare che le due estremità cadano sulla schiena, lasciando scoperte braccia e spalle, ma dando un tocco di eleganza unico.

Come mettere la stola sulle braccia

Questa è una variante dell’utililizzo della stola cerimonia sulle spalle, poché prevede che la stola venga adagiata sulle braccia, lasciando scoperte le spalle, ma “nascondendo” le braccia e la parte centrale della schiena. Perfetta se indossata in abbinamento a una collana importante o particolarmente preziosa, poiché mette in risalto il viso, ma soprattutto il collo e il decolleté.

Oro e argento: stole per cerimonia… e non solo

Essere eleganti non è solo richiesto in sede di partecipazione a cerimonie, anche se nell’immaginario comune ci sono capi che vengono indossati quasi esclusivamente per presenziare a matrimoni (ma anche nozze d’argento e nozze d’oro, sebbene meno frequenti).

È utile evidenziare, però, che abiti e stole si possono indossare anche nella vita quotidiana, magari accostandoli ad altri capi più semplici. Perché non provare a indossare anche a un paio di denim super casual con una blusa o un top su cui abbinare una bellisima stola di seta (o stola di lana in inverno)?

Stola oro e stola argento sono perfette nelle giornate di sole, vi faranno brillare come stelle, senza troppo impegno.

L’abbinamento perfetto per stole oro e stole argento è con il nero, così non sbaglierete mai e sarete impeccabili in tutti i momenti della giornata e anche nelle occasioni più glamour. Se invece il vostro look è irrimedibilmente casual e streetswear, allora dovreste assolutamente provare a indossare la stola elegante come cintura, facendola scorrere fra i passanti dei vostri pantaloni.

Il risultato finale sarà sorprendente e donerà stile al vostro outfit, anche al più basic. Unirete l’utile al dilettevole, risultando super fashion, ma contemporaneamente non rinucerete alla praticità e al vostro mood, cosa che certo non guasta!

Cosa aspettate quindi? È il momento di trovare le stole adatte a voi, perché arriverà sicuramente il momento per utilizzarle in chiave elegante. Nel frattempo perché non divertirsi sperimentando outfit diversi e giocando con gli accessori come foulards, scialli, sciarpe e stole?

foulard come cintura
Read More
Tutorial

Foulard come cintura: guida di stile

Molti sono i capi che non dovrebbero mai mancare all’interno di un guardaroba femminile che si rispetti: dal jeans alla blusa, passando per gonna lunga e decolleté nera, ma nella top five di cosa deve essere sempre presente nell’armadio troviamo senza ombra di dubbio il foulard di seta.

Sempre alla moda e sempre pronto a trasformare ogni outfit rendendolo perfetto in ogni situazione, il foulard donna può essere utilizzato in molte (moltissime) accezioni differenti. Dalla fascia per capelli alla bandana, dal top al pareo, dal copricostume alla stola elegante. Avete mai pensato di scegliere il foulard di seta anche come cintura? Provateci e scoprirete un mondo al quale non vorrete mai più rinunciare.

Foulard o cintura?

Basta avere a disposizione un foulard abbastanza grande da fare il giro attorno alla vita ed ecco che in un batter d’occhio avrete indossato una cintura dallo spirito glamour e decisamente di tendenza. Poco importa se il foulard scelto è una sciarpa donna elegante oppure se è parte di una serie di sciarpe di marca fimatissime e costosissime, perché anche il più vecchio foulard ritrovato in fondo al cassetto della nonna o della mamma può essere trasformato in un accesorio davvero wow.

Indossare il foulard di seta come cintura è facile. Potete per esempio ripiegarlo più volte mantenendo la grandezza del passante dei vostri pantaloni, oppure potete arrotolarlo su se stesso per poi farlo passare attorno alla vita, anche senza troppa precisione.

Il bello di tutti i foulards di seta è che sono spesso caratterizzati da colori e fantasie uniche, perfetti da abbinare a un paio di jeans, per rendere il vostro outfit ricercato ed estremamente attuale. Estate o inverno ricordate che ogni momento è quello buono per indossare il foulard come cintura!

Altro aspetto da non trascurare è che per dare un tocco glamour al vostro look con il foulard/cintura non avrete bisogno di particolare impegno o scomodi investimenti di tempo e di energie; i colori dei foulards di seta sono belli e spesso vivaci al punto tale che possono essere indossati senza seguire troppe regole. Fantastico, no?

Foulard come cintura: come indossarlo

Per indossare al meglio il foulard come cintura sono necessari solo alcuni piccoli accorgimenti e non serve avere doti artistiche o essere maestri di origami per ottenere un risultato soddisfacente o dalla piega impeccabile.

Per prima cosa, è opportuno valutare su quale pantalone o gonna state per utilizzare la cintura foulard, perché se è vero che ogni foulard può essere usato come cintura, è altrettanto importante capire l’abbinamento corretto con i capo di abbigliamento scelto.

Fate attenzione al modello del pantalone (o della gonna) che state indossando. La discriminante è legata alla vestibilità del capo: se indossiamo un pantalone a vita alta avremo un effetto che porterà a sottolineare il punto vita. Se invece abbiamo optato per un pantalone a vita bassa, allora la tendenza sarà quella di evidenziare i fianchi.

Il foulard di seta può passare attraverso i passanti dei capi, ma qualora non fossero presenti, è possibile utilizzare ugualmente il foulard come cintura appoggiandolo sulla vita e facendo un nodo da posizionare dove più ci piace. Frontale, laterale o posteriore, la posizione del nodo del foulard in vita completa il look conferendo personalità e stile.

Non dimenticate poi che il foulard di seta è perfetto da indossare sopra gli abiti, anche su quelli più eleganti. Potreste valutare l’utilizzo di una stola elegante (stola da cerimonia o stola di seta) rivisitandola e indossandola come cintura, invece che come scialle. Noterete come il vostro look cambierà e diventerà unico e invidiabile agli occhi di tutte.

Tutte amano i foulards, ma (forse) ancora non lo sanno!

In buona sostanza ogni fisico può permettersi di indossare il foulard come cintura, basta solo essere attenti a valorizzare i punti di forza della propria silhouette, puntando sui propri pregi. Solo così potrete sempre sentirvi a vostro agio, qualsiasi cosa deciderete di vestire.

Ogni occasione è quella giusta per sfoggiare il vostro migliore outfit, con tanto di foulard/stola/scialle utilizzato come cintura. Provare per credere!

Foulards come cinture: quali modelli scegliere

Non c’è limite al gusto personale e alla fantasia. Largo a tutti i foulards e a tutti i colori, purché siano ben in contrasto e ben abbinati con il resto dell’outfit. Su un total look nero ogni fantasia e ogni colore è perfetto per dare luce e carattere al proprio aspetto. Ma non abbiate timore di abbinare un foulard colorato anche con capi in fantasia o in microfantasia, perché così facendo coprirete accostamenti unici e bellissimi.

Un consiglio: ricordatevi sempre di giocare con i foulards e con i vostri look, perché ad ogni look possono essere accostate diverse tipologie di foulards, fatti di fantasie, colori e tessuti differenti. Che siano quadri, righe, pois, disegni astratti o fantasie floreali non ha importanza: ciò che interessa è solo il proprio stile e il proprio gusto personale in materia di moda.

come mettere la sciarpa nodi
Read More
Tutorial

Come mettere la sciarpa: 5 modi di fare il nodo alle sciarpe

Sono davvero in pochi a non indossare la sciarpa, soprattutto nei mesi più freddi dell’anno. Ma la verità è che la sciarpa, la pashmina, il foulard, il poncho, la mantella e la stola, oltre ad essere accessori utili, sono principalmente accessori moda che arricchiscono il look.

Per questo motivo sono da scegliere e abbinare con attenzione e in linea con lo stile del nostro outfit.

Di tipi di sciarpe ne esistono davvero moltissimi, anche se spesso, a fare la differenza più del modello, è il tessuto. Che siano quindi sciarpe in lana, sciarpe in seta, sciarpe lavorate a mano e ancora sciarpe creative o sciarpe nere semplici, non importa, la scelta è vostra, ma ricordate, il segreto è saperle indossare in ogni occasione al meglio.

Se siete amanti delle sciarpe chiuse probabilmente penserete che qualche dritta su come fare il nodo alla sciarpa non sia di vostro interesse, ma come si suol dire: mai dire mai. La sciarpa chiusa è particolarmente comoda, ma ogni tanto giocare anche con la sciarpa tradizionale può essere davvero divertente. Perché non provare dunque a optare per una sciarpa invernale salva-stile?

A prima vista la sciarpa si presenta come un accessorio semplice, ma ne esistono davvero infinite tipologie, da quelle più sgargianti e creative, a quelle più semplici, lisce e in tinta unita. Per avere un’idea provate a vedere le sciarpe artigianali fatte a mano e scoprirete che una sciarpa può tranquillamente trasformarsi in una vera e propria opera d’arte da indossare. Il consiglio è sempre quello di avere una piccola scorta di sciarpe nel guardaroba, così da avere a disposizione la sciarpa giusta per ogni situazione e soprattutto… per ogni temperatura.

Il nodo classico. Chi preso magari da un momento di fretta non ha mai indossato la sciarpa di lana facendo il più semplice dei nodi? Ebbene si tratta di un nodo che può essere scelto anche per regalare un aspetto fashion alla nostra sciarpa e quindi al nostro look. Provatelo con una sciarpa in seta, meglio se un po’ più corta del normale, e fate un semplice nodo laterale, vedrete che il risultato sarà davvero interessante. Se invece siete delle amanti delle sciarpe lunghe, non disperate, perché il nodo classico va benissimo anche per voi, basterà lasciarlo dietro al collo e poi scegliere se i due lembi li volete abbandonare morbidi sulla schiena, oppure farli adagiare delicatamente sul decolleté portandoli in avanti.

Il nodo a cascata. Perfetto se utilizzate maxi sciarpe o sciarpe oversize, ma di grande effetto anche selezionando sciarpe larghe o a trama grossa. Fate un paio di giri di sciarpa attorno al collo e prendete poi un angolo dall’estremità, lasciando che una parte di sciarpa “avanzi” ricadendo morbida sul davanti. Infilate poi l’angolo sotto alla sciarpa nel lato opposto. Se preferite potete annodare gli angoli opposti per mantenere l’effetto cascata ed evitare che il nodo si disfi.

Lo slip knot. Si tratta di uno dei nodi più usati e anche più apprezzati. Non ultimo è anche uno di quelli più facili da fare ed è adatto per tutti, donna, uomo e bambino. È infatti sufficiente piegare a metà la sciarpa e posizionarla dietro al collo lasciandola cadere sulle spalle. Procedete poi inserendo i due lembi “aperti” all’interno dell’anello formato dalla piega della sciarpa stessa. Regolate la lunghezza a seconda del vostro gusto. È molto più facile a farsi che non a dirsi. Potete utilizzare lo slip knot anche con le pashmine e con i foulard, per ottenere un effetto più ordinato, perfetto anche per l’ufficio.

Il nodo che avvolge. Sciarpa, foulard o pashmina non fa differenza, il nodo che avvolge va sempre bene ed è anche tra quelli che meglio riparano da freddo, vento e intemperie varie. Indossate la sciarpa in modo che le due estremità cadano lungo la schiena e quindi portate le due estremità sul davanti, lasciando il tessuto attorno al collo più o meno morbido, in base al freddo e in base al vostro gusto. Se poi volete aggiungere un tocco personale in più, potete annodare le due estremità una volta portate sul petto, oppure lasciarle cadere libere, sopra o sotto la giacca.

Il nodo incrocio. Perfetto se avete scelto di indossare il cappotto, il nodo incrocio permette alla vostra sciarpa di essere molto di più che non un “semplice” accessorio. Realizzarlo è davvero un gioco da ragazzi: basta mettere la sciarpa al collo e sistemare i due lembi sotto al cappotto, appoggiandone uno sull’altro, in modo che i due lembi si sovrappongano e rimangano fermi grazie alla chiusura del cappotto.

Un solo accessorio e molti modi per indossarlo e tante, tantissime occasioni per sfoggiarlo. Liberate la fantasia e per il prossimo Autunno-Inverno puntate sulla sciarpa (sciarpa pesante e sciarpa leggera). Non ve ne pentirete, garantito!

12