Read More
Suggestions

il foulard: quando e come regalarlo

Spesso e volentieri ci troviamo a dover pensare a un regalo da fare. Qualunque sia l’occasione le idee non sempre arrivano e capita dunque di essere in difficoltà. Se da una parte poi è facile trovare regali per le persone che conosciamo meglio, dall’altra c’è sempre il rischio di inciampare in un regalo poco gradito, o magari già ricevuto in passato.

Tra le diverse strade che si possono percorrere quando si vuole (o si deve) cercare il regalo perfetto, ecco che c’è quella del foulard, l’accessorio must-have di ogni stagione e che ogni donna dovrebbe avere all’interno del proprio guardaroba.

Foulard: quando regalarlo

A dire la verità non esiste un vero e proprio momento in cui regalare un foulard e tanto meno esiste un’occasione specifica. Ogni ricorrenza è quella buona per sbizzarrirsi alla ricerca di un foulard che possa accontentare la persona che lo andrà a ricevere. Spazio a foulard di seta, ma anche a sciarpine leggere, pashmine e anche sciarpe pesanti, maxi sciarpe o sciarpe over, ideali per i mesi più freddi dell’anno.

Se poi siete persone creative che amano particolarmente il fai da te, la soluzione ottimale potrebbe anche essere quella di confezionare sciarpe creative o sciarpe su misura, create apposta per la festeggiata.  Compleanno, onomastico, festa della mamma, Natale… è sempre il momento giusto per regalare un foulard.

Foulard: a chi si regala

Generalmente il foulard è un accessorio che può essere regalato davvero a tutti, l’importante però è effettuare una scelta pensata e in linea con lo stile e i gusti della persona che poi dovrà indossarlo. Non importa se si tratta di una persona giovane, meno giovane o giovanissima, perché a fare del foulard il regalo perfetto è proprio la sua universalità: dallo stile più classico, a quello più rock, passando per il bon ton, il vintage, e tutti gli altri ancora… Vi rincuorerà sapere che esistono foulard davvero per tutti.

Non è importante se si tratterà dell’ennesimo foulard, perché tutte le occasioni sono quelle giuste per sfoggiare sempre un accessorio nuovo, da abbinare ogni volta in modo diverso e da proporre con outfit differenti. Non c’è limite alla fantasia e allo stile.

Nel caso di una conoscenza più approfondita, come nel caso di una mamma, di una sorella o di una amica, è possibile anche optare per un foulard personalizzato. Darete vita ad un regalo che sarà molto di più di una semplice stola o di un semplice scialle, poiché sarà un oggetto creato appositamente pensando alla persona a cui è destinato.

Perché ad esempio non lasciarsi guidare dal meraviglioso e interessante mondo dei fiori e del loro linguaggio? Ogni fiore rappresenta un sentimento, una caratteristica o uno stato d’animo; perché non approfittarne regalando a una persona speciale un foulard unico e capace di comunicare un sentimento?

Foulard: dillo con un fiore

Non per tutti è semplice raccontare i sentimenti e ciò che si prova, per questo a volte può essere d’aiuto un regalo scelto con attenzione. Trovare il fiore giusto, che comunichi esattamente ciò che desideriamo può richiedere qualche tempo, ma la verità è che alla fine ne sarà valsa davvero la pena. Cercare e trovare il fiore giusto da stampare sul foulard da regalare sarà divertente ed emozionante tanto per voi, quanto per la persona che lo riceverà in omaggio.

Scopri il mondo Arja Cajo 

Oltre a donare un accessorio evergreen, sempre di tendenza, regalerete anche una parte di voi, con tanto di dedica sentimentale. Farete un figurone!

arja cajo foulard personalizzati colorati
Read More
Suggestions

Foulard e cappelli: quale scegliere a seconda del colore

Una volta scelto cosa indossare, che sia un abito, un completo, una tuta sportiva o un vestito da cerimonia, il passo successivo è quello di pensare a ciò che ruota attorno al look, ovvero gli accessori. Spesso ritenuti superflui, gli accessori svolgono invece un ruolo fondamentale da non trascurare mai, poiché sono capaci di rivoluzionare interamente l’effetto del nostro apparire.

Quando si pensa agli accessori, si apre immediatamente la porta di un mondo ricco, all’interno del quale avremo solo l’imbarazzo della scelta. Gioielli, foulard, stole, cappelli, guanti, sciarpe, occhiali, sono solo alcuni tra gli oggetti da scegliere per rendere perfetto il nostro look.

Foulard o cappelli? Quale scegliere

Generalmente, nella sua veste più tradizionale, il foulard è visto come un accessorio da portare al collo, ma la verità è che si tratta di un capo talmente versatile, che grazie alla sua forma e alla sua semplicità riesce a ricoprire più ruoli, riuscendo sempre nell’intento di sorprendere chi lo andrà a indossare. Non dimentichiamo poi che il foulard non passa mai di moda, posizionandosi come un capo di tendenza, un vero evergreen.

Il foulard può dunque sì essere portato al collo tuttavia, ci si può sbizzarrire anche a indossarlo in testa come turbante, come bandana o anche in vita come cintura oppure  come pareo per l’estate, ma non solo.

Quando scegliere quindi un foulard in testa? Quando optare invece per un cappello? Di cappelli ne esistono centinaia di modelli, fatti a loro volta di molti tessuti differenti, per non parlare dei colori, ma la stessa cosa vale anche per i foulards. Se il foulard propone tendenzialmente sempre la stessa forma quadrata, non significa che questo “limite” non gli consenta di essere indossato con creatività in molte varianti diverse. Provare per credere!

Foulard e cappelli: quando il colore è importante

Parlando di abbinamenti e di come accostare capi, calzature e accessori, il colore è fra le discriminanti più considerate, soprattutto se non sempre amiamo osare con toni particolarmente accesi o addirittura fluo. È vero però che quando inizia il periodo Primavera-Estate, la voglia di colore si accende un po’ in ognuno di noi, portandoci inevitabilmente a indossare nuance pastello, o semplicemente qualcosa di bianco. Il foulard di seta è facile da trovare in fantasie anche molto variopinte, così da dare quel tocco di colore a un outfit che diversamente apparirebbe cupo e forse spento.

Perché quindi non provare a indossare un foulard o sciarpe di seta in veste di turbante o di bandana? Così facendo darete tutto un altro aspetto al vostro look!

Il cappello è perfetto tanto in inverno quanto in estate. Durante i mesi più freddi, abbinandolo a una sciarpa invernale o perché no, a sciarpe di lana particolari, il cappello completerà il vostro outfit. Ancora una volta ecco che gli accessori non si presentano “solo” come capi utili (per esempio a ripararci dal freddo) bensì come veri e propri elementi moda da curare e scegliere nel dettaglio. Il cappello non è solo un accessorio invernale, ma anche un vero alleato di stile durante i mesi più caldi: dal modello con la visiera, e quello in cotone leggero, passando per il basco e per quelli con la tesa larghissima, sono tutti copricapo perfetti sia sotto l’ombrellone, sia durante i pomeriggi di shopping con le amiche.

Non vi resta dunque che scegliere tra cappello e foulard, ricordando sempre che avere tutto a disposizione nel guardaroba può essere di vero aiuto in fase di scelta outfit! Date un’occhiata al sito Arja Cajo le idee non mancano…

Fonte foto: Photo by Magda Ehlers from Pexels

Read More
Suggestions

Foulard nei capelli: come indossarlo a seconda del taglio

Potrete non essere d’accordo, ma volenti o nolenti, tutti e tutte in un certo senso seguiamo le tendenze, sia in materia di stile, sia per quanto riguarda tutti gli altri aspetti della vita. Ma parlando di moda, non è solo l’abbigliamento a fare parte di questo mondo, perché anche calzature, accessori, gioielli, make-up e acconciature seguono le influenze, stagione dopo stagione, anno dopo anno.

Esattamente come per i capi di vestiario, anche accessori e acconciature hanno la tendenza a riproporsi nel corso del tempo, tornando seppure rivisitati in chiave contemporanea. Le mode arrivano, passano e poi, spesso, ritornano anche se riviste in versione più moderna. Ecco perché lo stile e il gusto personale sono importanti almeno quanto le passerelle, poiché ogni cosa è ancora più bella se personalizzata e studiata sulla propria silhouette, valorizzando i punti di forza che ognuno di noi ha.

Principalmente nel periodo Primavera-Estate, tra i must-have di stagione troviamo il foulard nei capelli, un vero e proprio alleato di stile, adatto per tutte le età e pensato per poter essere indossato (quasi) in tutte le occasioni, anche le più glamour. Il foulard nei capelli si distingue dalla bandana per capelli (o più semplicemente fazzoletto di stoffa) per la sua estetica, ma anche per il suo utilizzo.

Foulard nei capelli: come indossarlo

Indossare il foulard nei capelli può apparire più complicato di quanto in realtà non sia, soprattutto se vi si approccia per la prima volta. Il segreto è quello di lasciarsi guidare dal proprio gusto e dal proprio stile, riuscendo così a creare l’effetto estetico perfetto per noi e per l’occasione d’uso.

Il foulard di seta è per eccellenza un accessorio evergreen, sempre di moda e adatto per tutte le età; l’importante è scegliere il giusto modello e farne l’uso più indicato nelle diverse occasioni. Il foulard al collo è adatto sempre, in ogni stagione e non importa che siate giovani, giovanissime o meno giovani, perché il foulard al collo non conosce età.

Per quanto riguarda il foulard nei capelli, invece, è bene accompagnarlo a un look non troppo in contrasto, così da apparire bellissime a 360 gradi. Diverse sono le opzioni da dover considerare prima di indossare un foulard nei capelli, poiché bisogna aver presente quale tipo di foulard scegliere e quindi indossarlo anche in relazione al nostro taglio di capelli.

Il foulard può essere indossato direttamente sulla testa, oppure utilizzato come parte di un’acconciatura più o meno complessa; dovete solo provare per decidere quale vi convince di più. Considerate comunque il vostro taglio di capelli come punto di partenza per decidere e il resto verrà da sé.

Foulard nei capelli: per ogni taglio il suo utilizzo

Potremmo distinguere i tagli di capelli in tre grandi aree: capelli corti, capelli medi e capelli lunghi. È vero poi che la tipologia del capello (riccio, liscio, mosso, fine, grosso…) può veriare l’effetto, ma è la lunghezza dei capelli a fare la differenza più importante.

1. Foulard e capelli corti. Al primo impatto i capelli corti possono sembrare più complicati da gestire con un foulard, ma la verità è che tenere in ordine un taglio corto con il foulard è facile e da provare almeno una volta. Si può creare un turbante con il foulard, ma anche indossarlo appoggiandolo semplicemente sulla testa e annodando sulla nuca le due estremità per bloccare il tessuto. I foulards di seta, ma anche le sciarpine leggere, sono belle da sfoggiare soprattutto nei mesi più caldi dell’anno, per arricchire un look estivo rendendolo davvero irresistibile. Con il foulard, il vostro taglio corto sarà ancora più valorizzato.

2. Foulard e capelli medi. Le lunghezze medie sono le più frequenti e quelle che piacciono di più. Indossare il foulard con i capelli medi è facilissimo, perché il foulard diventa utilizzabile in ogni veste: turbante, bandana, acconciatura, tutto dipende solo dal vostro stile e dal vostro mood. Sperimentateli tutti, solo così potrete trovare l’utilizzo più in linea con il vostro io e con i vostri outfit preferiti.

3. Foulard e capelli lunghi. I capelli lunghi sono da sempre i migliori per realizzare le acconciature, anche quelle più complesse. Creare acconciature con il supporto di foulard di seta è divertente e creativo, ma soprattutto capace di regalare un effetto davvero unico e di grande impatto. Dalla semplice treccia, al raccolto più elaborato, il capello lungo accoglie il foulard come parte integrante dell’acconciatura, donando eleganza e stile. Se invece avete i capelli lunghi ma le acconciature non sono proprio il vostro punto di forza non temete, perché potete sempre utilizzare i foulard di seta in tutte le altre vesti. Largo dunque alla fantasia, la sola che vi dovrà guidare in questa operazione di foulard nei capelli!

foulard nei capelli come non farlo scivolare
Read More
Suggestions

Foulard nei capelli: come non farlo scivolare

Quando si parla di moda non è solo il mondo dell’abbigliamento ad essere in primo piano, bensì anche tutto ciò che vi ruota attorno. Dalle calzature ai gioielli, passando per accessori vari, make-up e acconciature. Curare tutto nei dettagli permette di sentirsi sempre a proprio agio, che sia al lavoro o durante il tempo libero.

Stagione dopo stagione le proposte si susseguono, più o meno innovative, ma sempre degne di nota, soprattutto per le fashion victim più agguerrite, che non perdono mai occasione per seguire le tendenze del momento e realizzare outfit contemporanei e creativi.

Spesse volte il segreto per essere sempre meravigliosamente fashion è nei dettagli, o meglio, in quelli che apparentemente sembrano “solo dei semplici dettagli” ma che si rivelano poi il fulcro dell’intero look, senza i quali non si potrebbe ottenere l’effetto desiderato.

Un esempio su tutti è dato dagli accessori, la colonna portante di un vero e proprio outfit che si rispetti. Considerando gli accessori, a farla da padrone è il foulard, il must-have di ogni stagione, nonché evergreen immancabile in ogni guardaroba. A seconda della stagione e dell’occasione, ecco che il foulard si può declinare in molte vesti differenti, tutte diverse e contemporaneamente uniche.

Foulard nei capelli. Bandana, fascia, turbante e molto altro ancora

Il foulard nei capelli, ma anche la bandana in testa sono tendenzialmente una scelta interessante per i look di Primavera-Estate, sempre molto colorati e caratterizzati da tessuti leggeri e scivolati. Il foulard nei capelli rappresenta una tendenza moda pensata per tutte le età e per tutti gli stili, da quello più casual, a quello più rock.

Foulards, sciarpine leggere, sciarpe creative e stole sono facili da reinventare e da indossare in tutte le occasioni, abbinandole ad ogni tipo di look. Il foulard di seta (quello presente più frequentemente negli armadi di ogni donna) è un accessorio sempre perfetto, facile da indossare e da armonizzare con il resto dell’outfit.

Tra le diverse possibilità che offre il foulard c’è quella di indossarlo in testa. Come bandana, come turbante, come fascia o semplicemente come copricapo, il foulard di seta incontra tutti i gusti ed è adatto a tutte le età.

Foulard nei capelli. Come indossarlo?

Va da sé che il gusto personale deve sempre essere preso in considerazione, soprattutto quando si tratta di stile, tuttavia ci sono alcune linee guida adatte generalmente per tutte le situazioni. Indossare il foulard nei capelli è facile e richiede davvero poche semplici mosse. Scegliete voi se preferite l’effetto fascia o l’effetto turbante, dopodiché sperimentate differenti effetti estetici e lasciatevi ispirare dal mood del momento.

Una volta indossato il foulard in testa potrebbe succedere un piccolo inconveniente, poiché la seta ha la tendenza a scivolare, rendendo difficile la tenuta della vostra creazione. Come fare dunque per non fare scivolare il foulard una volta indossato sulla testa? Le possibilità non sono poi così numerose, ma qualche trucchetto furbo lo si trova sempre.

Foulard nei capelli: come non farlo scivolare?

Ecco alcune possibilità che esistono per evitare che il foulard di seta scivoli una volta indossato. Naturalmente tutto dipende dalla manualità, ma anche dall’effetto ultimo che si vuole dare. Fate qualche tentativo e certamente troverete ciò che meglio si addice a voi.

1. Nodi. La cosa più semplice che si possa fare per evitare che la seta scivoli dalla testa è quella di realizzare uno o più nodi, così da bloccare il tessuto. Il nodo si può fare sotto la nuca se lo si vuole nascondere, ma anche lateralmente o frontalmente, proponendo così un effetto diverso.

2. Forcine o mollette. L’utilizzo di forcine o mollettine varie è una buona soluzione, adatta tanto per chi porta i capelli lunghi, quanto per chi invece sfoggia acconciature più corte. Un accorgimento: cercate forcine in tinta con il vostro colore di capelli e possibilmente che si nascondano anche tra le fantasie dei foulards. Le forcine e le mollette devono risultare il più invisibile possibile.

3. Acconciature furbe. Provate a fare una semplice coda di cavallo e intrecciare all’interno della stessa il vostro foulard. Si tratta di un ottimo punto di partenza per bloccare l’estremità del tessuto. Un’altra idea, se vi piacciono le trecce, è quella di utilizzare il foulard come parte integrante dell’acconciatura e quindi come ciocca per la vostra treccia. Provare per credere, il risultato sarà invidiabile.

4. Elastici. Sia che scegliate di utilizzare un solo elastico, sia che invece optiate per più elastici magari piccoli, l’idea di base è sempre quella di sfruttare gli elastici per tenere fermo il foulard, così non avrete più il pensiero di ritoccare l’acconciatura e sarete perfette tutto il giorno.

Fonte foto: Photo by Dids from Pexels

bandane personalizzate
Read More
Suggestions

Bandane personalizzate per cani: quando usarle

Gli amanti degli animali sono davvero tantissimi in tutto il mondo. Per alcuni gli amici a quattro zampe diventano dei veri compagni di vita, mentre per altri sono delle vere star da trattare come tali.

Cani e gatti sono tra i più frequenti nel panorama degli animali domestici e fortunatamente sono molte le persone che decidono di prendersene cura, ricevendo in cambio una quantità di affetto difficile da descrivere e da far capire a chi non li ama particolarmente.

Ma il mondo degli animali, oltre a cure e carezze, spesso risveglia anche il lato più fashion dei padroni, che tante volte non perdono occasione di acquistare accessori di tendenza per il loro amico quadrupede. Vale per i gatti, molti dei quali possono sfoggiare collarini con medagliette davvero fashion, ma vale principalmente per i cani, che ogni tanto diventano dei veri e propri influencer.

Acquistare oggetti e accessori per i propri cani è divertente, soprattutto se il nostro cane sembra apprezzare le nostre proposte. Non solo ossa di gomma, premi golosi o giochini di peluche, ma veri e propri outfit da star. Tra le varie tipologie di accessori e capi di abbigliamento che si possono acquistare per i cani, c’è la bandana.

Si tratta di un accessorio utile e di tendenza, pensato per poter essere indossato sia dai cani di taglia grande, sia da quelli più piccoli. Far usare al nostro cane la bandana non è certo indispensabile, ma è vero che dona ancora più fascino al nostro amico a quattro zampe.

Accanto a cappottini, mantelle e gioielli (ebbene sì, c’è anche chi fa indossare al cane collari gioiello più o meno preziosi) c’è la bandana, l’accessorio che rende ancora più unico il nostro migliore amico, senza infastidirlo.

Un tocco di stile anche al cane è una scelta che fanno in tanti, ma quando usare la bandana personalizzata? Per i cani, infatti, esistono anche bandane che si possono customizzare in base alle richieste del padrone, magari con il nome o con qualche simbolo o disegno particolarmente fashion.

Esattamente come succede per la moda, anche il mondo canino ha le sue tendenze e i padroni più abituati a postare foto e stories sui canali social lo sanno bene, tanto da trasformare i loro cagnolini in vere e proprie celebrities.

Come fare una bandana per cane?

Negozi per animali che vendano bandane per cani ne esistono, ma la verità è che si tratta di un accessorio che possiamo fare anche noi a casa, senza bisogno di aver particolari abilità o conoscenze in materia di sartoria.

Innanzitutto, è importante scegliere il tessuto che darà vita alla bandana per cane. Potrebbe essere un foulard di seta che non usiamo più, ma anche un fazzoletto di stoffa o uno scialle elegante che non fa più al caso nostro. Dopodiché, in base alla taglia del nostro cane, si andrà a tagliare la dimensione più adatta a lui.

Generalmente per un cane di taglia piccola è sufficiente realizzare un quadrato di 35×35, per un cane di taglia media un quadrato di 45×45 e per un cane di taglia grande un quadrato di 65×65.

Bandane personalizzate per cani. Quali stoffe scegliere?

Per realizzare bandane divertenti, scegliete stoffe colorate, magari anche in fantasia, così darete al vostro cane un tocco di vivacità in più. Esattamente come accade sulle passerelle più seguite del mondo del fashion, anche per la scelta della bandana dedicata al cane, si può pensare di seguire le tendenze del momento in materia di fantasie o colori, ricordando sempre che non tutti i colori e tutti gli accostamenti sono adatti in tutte le stagioni.

Un occhio di riguardo lo merita anche la scelta della stoffa con quale andrete a realizzare la bandana, poiché non tutti i materiali sono adatti ai nostri amici a quattro zampe.

Meglio optare sempre per tessuti morbidi, come il cotone, che è anche facile da lavare, permettendovi così un ricambio più facile e sicuramente meno stressante. Evitate tessuti “rigidi” che potrebbero rischiare di infastidire il cane, rendendo la vostra idea di bandana certamente meno piacevole per lui e di conseguenza anche per voi, che non avrete più il cuore di fargliela indossare.

Largo dunque anche alle stoffe da riciclo, magari derivanti da camice che non utilizzate più. E per divertirvi maggiormente, dedicatevi al patchwork (sempre che abbiate una seppure minima manualità con ago e filo), riuscendo così a riutilizzare pezzetti di stoffa che diversamente avreste buttato.

Non c’è limite alla fantasia, soprattutto in materia di colori, di riciclo e di bandane creative per cani. Provare per credere!

Ecco dunque che in un attimo penserete a realizzare bandane animalier, bandane zebrate, bandane a righe, bandane a pois, bandane floreali e chi più ne ha più ne metta, ma ricordate sempre che la bandana deve rendere più carino e simpatico il vostro cane, quindi… buon divertimento!

Fonte foto: Unsplash

foulard maschile da uomo
Read More
Suggestions

Foulard per uomo: 5 motivi per regalarlo

Il foulard da uomo è sicuramente un accessorio particolare, capace di regalare, a chi lo indossa, quel tocco di eleganza e di raffinatezza senza tempo, che renderà perfetto ogni outfit.

Oggi come oggi sono molti gli uomini sempre più attenti al loro aspetto fisico e di conseguenza anche al loro look. Dall’ufficio al tempo libero, passando per uscite galanti e cene con gli amici, anche l’universo maschile vuole essere sempre impeccabile nel look. Ma se da una parte gli uomini possono (generalmente) contare meno su make-up e acconciature, dall’altra possono trovare dei validi aiuti in accessori, gioielli e capi di abbigliamento.

Tra gli accessori che potrebbero fare la differenza c’è il foulard. Si tratta di un accessorio molto in voga nel mondo femminile, ma altrettanto interessante declinato al maschile, poiché dona un fascino speciale. Come per il foulard di seta da donna, anche quello pensato per l’uomo può essere considerato un accessorio davvero versatile e facile da utilizzare in diverse occasioni e situazioni.

Le sciarpe invernali sono piuttosto diffuse tra gli uomini, ma ultimamente anche pashmine e sciarpe leggere iniziano a fare la loro comparsa sempre più frequentemente. Ogni stagione ha il suo tessuto e le sue fantasie predilette e anche per l’universo maschile c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Foulard uomo. Regalo di qualità

Fare regali agli uomini non è sempre semplice, ecco perché un foulard potrebbe essere un’idea da prendere seriamente in considerazione. Ottima idea per papà, zii, amici particolarmente attenti allo stile o magari anche per chi è in procinto di sposarsi o partecipare a cerimonie eleganti.

Regalare un foulard da uomo è una buona idea perché…

1. Il foulard può sostituire cravatta e papillon

Può capitare (più o meno spesso) di volere (o dovere!) presenziare a cerimonie importanti o eventi particolarmente chic che prevedono un dress code piuttosto elegante, fatto di abito, camicia e cravatta o papillon.

A sostituire cravatta e papillon c’è il foulard da uomo, semplice da indossare e capace di rendere elegantissimo e perfetto l’abito scelto. Scegliete una bella fantasia o un foulard in tinta unita che si abbini al colore del completo e immediatamente risulterete impeccabili. Il foulard è un ottimo alleato anche per accompagnare abiti da matrimonio, qualunque sia il vostro ruolo.

2. Il foulard da uomo arricchisce il look

Non solo per outfit super eleganti, il foulard è un compagno perfetto anche per chi predilige un mood più casual e meno impegnativo. Il foulard da uomo è adatto, inoltre, per chi veste sempre in jeans e camicia, basta solo saper scegliere quello più adatto e più in linea con i gusti di chi lo dovrà indossare.

Anche per gli uomini l’ideale sarebbe poter disporre di più foulards, così da avere sempre a disposizioni qualche opzione tra cui scegliere, in base alle necessità. Ecco quindi che regalare il foulard è un’idea perfetta, anche se avete dimenticato di averlo già regalato un paio di occasioni fa!

3. Il foulard da uomo è una valida alternativa alla pochette

Le giacche da uomo acquistano personalità ed eleganza se accompagnate da una bella pochette (fazzoletto per giacca) che faccia risaltare l’intero look. In alternativa al classico fazzoletto da taschino dove c’è poca creatività da proporre, un foulard può tornare utile.

Certo è necessario sceglierne uno che sia di piccole (o meglio piccolissime) dimensioni, per evitare un brutto difetto una volta inserito nella tasca della giacca, ma la verità è che i foulard si prestano benissimo a fare le veci delle pochette.

Concentratevi su foulard dalle dimensioni di un fazzoletto di stoffa circa e il gioco è fatto… Avrete una pochette originale in un lampo!

4. Il foulard da uomo è utile, non solo bello

Indossare un foulard non è solo una questione puramente estetica, poiché anche gli uomini hanno necessità di riparare collo e gola, soprattutto nelle stagioni di primavera e autunno. Scegliere dunque un foulard che possa essere indossato ogni giorno, nella quotidianità della propria vita, è importante per non soffrire mai duranti gli sbalzi di temperatura che inevitabilmente accadono durante le ore.

In questo caso si può prediligere foulard di medie (o medio-grandi) dimensioni e magari in tinte un po’ più basic così da poter essere abbinati quasi su tutti i tipi di outfit. Carine anche le microfantasie, ma attenzione ai colori.

5. Il foulard da uomo è facile da indossare

Il foulard è adatto anche agli uomini più pigri e a quelli che magari sono meno portati a curare il look nei dettagli. Diversamente da cravatta e papillon, il foulard è facile da indossare e perfetto anche negli outfit più sportivi (non serve indossare per forza la camicia).

Spesse volte sarà sufficiente appoggiarlo sul collo e farlo ricadere in avanti, oppure farlo girare semplicemente intorno al collo, senza troppo impegno. Potrà sembrare strano, ma un “semplice” foulard può fare davvero la differenza trasformando anche il più (apparentemente) banale, in un look completo di personalità e di stile.

Fonte foto: Pexels

cosa portare per una vacanza in barca
Read More
Suggestions

Cosa portare in barca a vela: 6 accessori necessari

Quando si organizzano le vacanze o anche delle “semplici” gite fuori porta, magari per il week-end, è importante avere bene a mente tutto quello che potrebbe servirci, per non farci mai trovare impreparate, in nessuna occasione.

Ricordatevi, oltre ai vostri vestiti, di non dimenticare anche gli accessori, perché è vero che spesso risultano superflui, ma tante volte si rivelano invece fondamentali, a seconda del tipo di vacanza che avete scelto di fare e dal periodo dell’anno.

Mare, montagna, collina, campagna, città, per ogni destinazione ci sono alcune cose che non potranno mancare all’interno della valigia. Ecco perché iniziare con largo anticipo a preparare tutto l’occorrente potrebbe essere l’idea più giusta per non dimenticare niente di fondamentale.

Fate magari una lista di quello che secondo voi è irrinunciabile, dopodiché verificate di avere tutto disponibile, così fare i bagagli si trasformerà in un’attività rapida ed efficiente. E magari anche divertente.

Preparare i bagagli per vacanze o gite in barca a vela è un’attività che richiede una certa concentrazione, soprattutto se non siamo così pratiche o se è la prima volta che andiamo in barca a vela. Ecco cosa potrebbe essere utile sapere (un po’ a tutti) prima di partire.

Gita in barca a vela. Cosa portare?

Ognuno ha le sue esigenze e naturalmente la borsa da portare per una gita in barca a vela deve avere al suo interno tutto ciò che per noi è necessario, ma soprattutto deve contenere alcuni prodotti fondamentali. La crema solare non può certo mancare, altrimenti dopo le prime due ore di barca la gita sarà guastata. Qualora la barca non ne disponesse, dovrete anche provvedere a portarvi sapone e shampoo (meglio se biodegradabili).

Potrebbe sembrare banale, ma ricordarlo è meglio: non dimenticate i documenti e magari una piccola pochette impermeabile per contenerli, nella quale potrete anche mettere lo smartphone (o qualsiasi altra cosa elettronica) senza rischiare di rovinarlo con l’acqua del mare.

Un ultimo consiglio: se è la prima volta in barca a vela, ricordate di portare anche un rimedio per il mal di mare, perché potreste soffrirne senza saperlo.

Vacanze in barca a vela. I 6 accessori che non devono mancare

1. Giacca a vento. Portate con voi capi di abbigliamento comodi (magari anche carini!) come shorts, gonne, top e t-shirt, e chi più ne ha più ne metta, ma non dimenticate di portare la giacca a vento, fondamentale per godervi al meglio la vacanza in barca a vela.

Optate per una giacca a vento super pratica di quelle che una volta piegate occupano pochissimo spazio, così potrete averla sempre a disposizione senza ingombro.

2. Ciabatte di gomma. Fondamentali per evitare di essere sempre a piedi nudi, soprattutto in luoghi come il bagno.

Le ciabatte, rigorosamente in gomma, potranno essere del modello che più preferite, ma l’importante è che non dimentichiate di metterle nella vostra borsa quando partite.

3. Cappello. Che lo preferiate in paglia, con la visiera, a pescatore, non ha importanza, ma in barca a vela un cappello sarà praticamente obbligatorio, soprattutto durante le ore più calde della giornata o nei momenti di vento più forte. Il consiglio è poi quello di indossarlo anche durante le altre ore della giornata, anche quando i raggi del sole sembrano innocui.

4. Foulard. Nella top six degli accessori che devono assolutamente essere presenti nel vostro bagaglio per la barca a vela, c’è il foulard. Il foulard di seta o una sciarpina leggera sono perfetti per vivere in assoluto agio la gita in barca. Il foulard torna utile sia indossato al collo, sia indossato in testa, magari come bandana per capelli.

Indossatelo come più vi piace e scegliete le fantasie che più si intonano con il vostro look. Potere scegliere in indossare il foulard in tante accezioni diverse, tutto dipende dal vostro gusto e dall’occasione del momento. Vedrete, sarete assolutamente perfette.

5. Occhiali da sole. Indispensabili non solo durante le vacanze in barca a vela, gli occhiali da sole sono un vero alleato di stile, ma sono anche indispensabili per proteggere i nostri occhi dai dannosi raggi solari. Esistono montature praticamente infinite, cosa che può far dormire sonni tranquilli a tutte, anche alle fanciulle dai gusti più particolari.

L’ideale sarebbe averne a disposizione diverse paia, ma anche uno solo può bastare. Abbiatene cura perché gli occhiali da sole renderanno le giornate in barca (ma non solo) ancora più belle.

6. Borsa pieghevole. Scegliere di trascorrere alcuni giorni in barca vuol dire cedere alla praticità, magari anche un po’ a discapito dell’eleganza. Optate per una borsa morbida e pieghevole, così non si rovinerà e risulterà sempre perfetta.

Oltre al bagaglio principale cercate di portare anche un’altra borsa, magari dalla dimensione media o anche piccola, così potrete usarla durante tutta la vacanza (o gita).

stola color oro
Read More
Suggestions

Stola oro: 7 occasioni e cerimonie per indossarla

Indossare sempre il look perfetto e più adatto all’occasione non è cosa così ovvia, soprattutto se non disponiamo di una cabina armadio che abbia al suo interno un po’ di tutto (ma tutto tutto) per poter soddisfare ogni esigenza incontrando al meglio ogni situazione. Ma non disperiamo, non tutto è perduto!

Certo esistono capi, accessori, calzature e bijoux dalla bellezza intramontabile e talmente evergreen da essere sempre perfetti in tutte le occasioni, ma diciamo la verità, l’idea di dover indossare sempre le stesse cose non piace (quasi) a nessuno.

Esiste tuttavia una possibilità davvero degna di nota e che saprà accontentare ogni necessità, risolvendo molte situazioni e togliendo ogni dubbio di stile, accantonando insicurezze e incertezze di ogni sorta e genere. Si tratta della stola oro (in alternativa può andare bene anche la stola champagne, ma quel tocco di luce della stola oro può fare la differenza). Le stole eleganti in seta vi consentiranno di poter contare su un vero alleato si stile.

Stola oro. Quando indossarla è perfetto

1. Matrimonio di amiche e sorelle. La Stola da cerimonia è la più ricercata da spose, testimoni e invitate di ogni matrimonio, poiché le stole per matrimonio è parte integrante dell’abito scelto ed è capace di arricchire l’intero outfit al meglio. In alternativa alla stola oro si può valutare di utilizzare uno scialle elegante (in color oro naturalmente).

Si sa che il matrimonio è una cerimonia unica, che pone in primo piano l’unione tra due persone e quindi tutti gli ospiti sono chiamati a gioire per il loro amore: come farlo al meglio se non portando luce e oro all’interno dei locali di festa? Che siate la damigella, la sorella dalla sposa oppure “solo” un’amica, scoprirete che la neo sposa apprezzerà davvero molto la vostra scelta di abbinare all’abito una stola oro.

2. Battesimo. Abbinare al proprio outfit una stola oro potrebbe essere un’ottima idea anche per festeggiare un battesimo. Ma attenzione: non tutti i battesimi sono uguali e non sempre un look troppo elegante è in linea con l’occasione.

Un consiglio. A meno che non siate voi ad aver organizzato la festa di battesimo, prima di osare con una stola oro molto elegante, fate due chiacchiere con la mamma della creatura festeggiata, così da avere un’idea perfetta di quale situazione incontrerete una volta giunte al ricevimento/rinfresco.

Ma se proprio siete state conquistate dalla stola oro tanto da non volerci rinunciare, scegliete un abito semplice, magari in tinta unita et voilà… potrete sfoggiare comunque la vostra elegantissima stola oro senza rendere “troppo” l’intero look.

3. Primo appuntamento galante. È giunto il momento del primo appuntamento?

Ecco che uno dei primi pensieri si dirotta sulla fatidica domanda: cosa indossare? Scegliete qualcosa di carino, ma che rispecchi sempre la vostra personalità e il vostro essere, ma se volete mettervi in luce, la stola oro è perfetta ancora una volta.

Che siate tipe da jeans e camicia, oppure da abito super paillettato con scollatura vertiginosa non ha importanza, perché in entrambi i casi accostare una stola oro può essere la mossa vincente!

4. Serata glamour. Potrebbe capitare, nel corso dell’anno, di volere (o di dovere) partecipare a serate un po’ più infiocchettate del solito, che richiedono un outfit più ricercato.

Se siete solite partecipare a questa tipologia di eventi sicuramente avrete un guardaroba ricco di opzioni, ma se è una situazione che capita raramente, allora potrebbe essere più complicato fare la scelta di look più in linea col momento.

Se non disponete di abiti molto eleganti, il consiglio è quello di rendere speciali quelli che già avete. Giocate con accessori, bijoux, make-up e acconciatura e naturalmente… abbinate una stola oro che vi farà brillare come una stella.

5. Party estivo. Le sciarpe leggere sono perfette per accompagnare tutti gli eventi estivi, anche le feste in spiaggia. In questo caso la stola oro si può indossare in maniera mano convenzionale: perché non provare a usarla come fascia per capelli o come bandana in testa?

Le bandane per capelli in estate fanno un figurone! Ma se non volete rovinarvi l’acconciatura, utilizzate la stola oro al posto del pareo e vedrete poche il risultato sarà invidiabile.

6. Festa di laurea. La festa di laurea è un’occasione davvero importante, che segna un traguardo raggiunto con sacrifici e grande soddisfazione.

Perché dunque non rendergli omaggio diventando una vera star grazie a una super luminosa stola oro? Ne saranno tutti conquistati!

7. Compleanni importanti. Festeggiare i compleanni (propri o di amici e parenti) non è sempre motivo di gioia, ma anche se gli anni passano ci meritiamo comunque di vivere una bella festa in cui la festeggiata (o il festeggiato) siano completamente al centro dell’attenzione.

Ovunque si svolga la festa, al nostro look possiamo accostare una stola oro, più semplice o più elaborata a seconda della location e del nostro stile personale.

Un outfit capace di farci sentire a nostro agio e contemporaneamente carine è quello giusto. Sempre.

sciarpe donna abbinarle in primavera
Read More
Suggestions

Sciarpe donne: 8 modi per abbinarle in primavera

Cashmere, seta, organza, cotone o lana, la sciarpa è un vero must-have che deve sempre essere presente all’interno di ogni guardaroba che si rispetti. Non importa quale sia il vostro stile, o quali siano i colori dei vostri capi di abbigliamento che utilizzate più di frequente, perché di sciarpe ne esistono davvero moltissime, di tanti modelli, tessuti, colori e stili. Quindi non avete scuse… correte subito ai ripari!

La sciarpa è perfetta per ogni stagione e anche in ogni occasione e proprio per questo è importante avere più modelli a disposizione, così da poter scegliere sempre la più adatta al clima e alla ricorrenza. Che sia una classica giornata di lavoro, un pomeriggio di svago con le amiche o un’importante cerimonia, c’è sempre la soluzione giusta: sciarpa, pashmina, stola, foulard o scialle. Avrete solo l’imbarazzo della scelta.

Le sciarpe e i foulards sono davvero accessori evergreen, adatti sempre, stagione dopo stagione e anno dopo anno, cosa che dovrebbe incoraggiare tutte all’acquisto, di tanto in tanto, di qualche foulard nuovo, magari proprio di quel colore che ci mancava e che tanto ci piacerebbe indossare.

Sciarpa donna: come abbinarla in primavera. Quale scegliere?

1. Sciarpa blu. Diciamo la verità, non a tutte piace il colore blu, ma è vero anche che è una nuance capace di proporre una vastissima quantità di sfumature ed è praticamente impossibile non trovarne una che incontri il nostro gusto o che metta in risalto le particolarità del nostro viso che più ci piacciono. Meglio se abbinata a un abito chiaro, la sciarpa blu è perfetta anche per la primavera, perché conferisce carattere e personalità a tutto l’outfit.

2. Sciarpa bianca. La sciarpa bianca è il must-have della stagione. Tutte dovremmo averne almeno una nel guardaroba. Optate per il modello che più vi piace, ma tenete sempre a portata di mano una sciarpa bianca, ideale da abbinare anche alle fantasia più particolari e ai colori più accesi. Ottima per la vita di tutti i giorni e allo stesso tempo adatta anche alle grandi occasioni, con la sciarpa bianca non si sbaglia mai. Insomma, un accessorio super versatile e mai fuori moda che renderà unica la vostra scelta di abito. Mica poco!

3. Sciarpa elegante. Ci sono occasioni che più di altre richiedono un look più elegante. Cerimonie varie sono le occasioni giuste per sfoggiare una bella sciarpa elegante, magari con qualche dettaglio luminoso o con qualche applicazione particolare. Naturalmente la scelta della sciarpa o della stola elegante dipende dall’abito che indosseremo, ma lasciatevi andare al romanticismo e saprete abbinare la sciarpa migliore per tutte le occasioni.

4. Sciarpa di seta. Non lasciatevi ingannare. La sciarpa di seta è un altro di quegli accessori che non possono mancare. Dimensione e fantasia sono solo da scegliere, perché ne esistono davvero per tutti i gusti. La sciarpa di seta non conosce stagione, ma è la Primavera-Estate che la fa da padrona, rendendola una vera protagonista. Utilizzando foulard e sciarpe di seta scoprirete di non poterci più rinunciare: perché non optare poi per un foulard personalizzato, magari con una fantasia che rispecchi il vostro essere?

5. Sciarpa rosa cipria. La sciarpa rosa cipria, al solo pensiero, richiama la primavera, ma vuole dire anche eleganza e raffinatezza. Anche per la sciarpa rosa cipria molto dipende dalla scelta del modello e del tessuto, tuttavia è un accessorio particolarmente adatto a chi ama lo stile bon ton. La sciarpa rosa cipria è utilissima per conferire un tocco di eleganza anche agli outfit più semplici, garantendo l’invidia di amiche e colleghe. Provatela abbinata anche al jeans o a un pantalone nero e vedrete che bell’effetto!

6. Sciarpa nera. Sebbene possa sembrare la meno indicata da sfoggiare durante i mesi più caldi, la sciarpa nera o il foulard nero possono sempre aiutarci a completare i look più stravaganti o gli outfit più ricercati, così da essere sempre caratterizzate da un tocco di glamour che non guasta mai!

7. Sciarpa lavorata a mano. Siete creative e adorate il fai da te? Ecco l’occasione giusta per mettere in risalto le vostre abilità sartoriali. Perché non provate a creare sciarpe con le vostre mani? Per la primavera scegliete il cotone o il lino (o comunque tessuti leggeri) ma tutto dipende dalle vostre abilità e dalla vostra fantasia, poiché la stagione permette di giocare con i colori, anche quelli più accesi e perché no, anche con le tonalità più scure.

8. Sciarpe lunghissime. Bellissime da abbinare a leggeri abiti dal taglio semplice, le sciarpe lunghissime sono un accessorio che piace molto alle più informate in materia di tendenze. Le sciarpe lunghissime, infatti, sono facili da trovare e si possono indossare in tanti modi differenti, a seconda dello stile che volete proporre. Nella stagione primaverile sono bellissime anche accostate a giacche e giubbini leggeri, così sarete protette dagli eventuali abbassamenti temperatura o dalle improvvise folate di vento e contemporaneamente sfoggerete un look irresistibile.

foulard di seta bagaglio accessori viaggi
Read More
Suggestions

Cosa portare in viaggio: 7 accessori salva-vacanza

Partire per le vacanze è molto spesso un miraggio lontano, ma quando si avvicina il momento è importante non lasciarsi prendere troppo dall’euforia e orgnizzare al meglio tutto il necessario per la partenza.

I più attenti ai bagagli e al loro contenuto generalmente iniziano a preparare tutto il necessario con largo (spesso larghissimo) anticipo, giusto perché nella vita non si può mai sapere quale imprevisto incontreremo dietro l’angolo.

Accanto ai super organizzati ci sono poi quelli che preparano la valigia un’ora prima di mettersi in viaggio, scegliendo velocemente il contenuto e vivendo il momento della praparazione alle vacanze con molta leggerezza.

Come nella maggior parte di casi accade, l’ideale sarebbe agire secondo una sana via di mezzo tra le due tipologie di viaggiatore.

Per evitare spiacevoli mancanze e anche inutili perdite di tempo, è bene prendersi un po’ di tempo per selezionare i capi, gli accessori e must-have da portare in vacanza, senza farsi prendere dallo stress. Per quello è sufficiente il lavoro!

Vacanze: cosa portare assolutamente

Siete pronti per partire? Le vacanze sono alle porte?

Ecco alcuni accessori che non potranno (e non dovranno) mancare nei vostri bagagli e ai quali non vorrete più rinunciare.

1. Asciugamano.

Meglio se asciugamano in microfibra, l’asciugamano è un accessorio comodo e capace di occupare davvero poco spazio.

Per ogni emergenza sarebbe interessante avere un asciugamano in microfibra piccolo sempre a disposizione anche nella borsa o nel bagaglio a mano, così da non essere mai impreparati, perché può sempre tornare utile.

2. Occhiali da sole.

Gli occhiali da sole sono indispensabili tanto durante le vacanze estive, quanto durante le ferie invernali, poiché proteggere gli occhi dai raggi del sole è necessario sempre, in ogni stagione e i qualsiasi partedel globo.

Poi, siccome anche il punto di vista estetico non è mai da trascurare, il consiglio è quello di avere a disposizione più di un modello, così da poter contare sempre sulla montatura giusta e più adatta all’outfit proposto e all’occasione del momento. In vacanza sì, ma con stile!

3. Foulard o sciarpa.

Il foulard di seta è una di quelle cose che non dovrebbero mai mancare nella borsa di una donna, non solo in vacanza.

Si tratta infatti di un accessorio dalle mille facce, bello e utile nelle occaisoni più diverse. Certo, il tessuto e la tipologia dipendono molto dalla stagione: se in primavera e in estate i foulards di seta, di organza o di organzino di seta sono perfetti, per i mesi più freddi sarà necessario puntare su qualcosa di più pesante, dalle mantelle di lana alla sciarpa gigante, passando per stole di lana, sciarpe lana e seta, maxi sciape e sciarpe oversize.

Insomma di tipi di sciarpe ne esistono davvero moltissimi, ma l’importante è ricordarsi sempre di portare in viaggio quelle giuste. Scegliendo la sciarpa e il foulard darete anche un tocco di stile in più il vostro look. Vi pare poco?

4. Pantofole pieghevoli.

Le pantofole pieghevoli serviranno sicuramente, a meno che non abbiate prenotato in qualche struttura che le include nel pacchetto insieme alla stanza. In qualsiasi parte del modo abbiate scelto di trascorrere le vacanze, il momento di proporre le vostre pantofole non tarderà ad arrivare.

Giunti a destinazione ecco che le pantofole pieghevoli, pratiche e ottime se non avete molto spazio a disposizione all’interno della vostra valigia, saranno pronte ad aspettarvi, lì, a portata di mano.

5. Borsa e zaino.

Sia che abbiate scelto una vacanza dedicata al relax, sia che preferiate viaggiare all’avventura, nel bagaglio dovrete obbligatoriamente inserire borsa e zaino, o almeno una delle due.

A meno che non andiate on the road con il sacco a pelo in spalla, la borsa e lo zaino per eventuali escursioni vi serviranno sicuramente. Ricordatevi anche delle possibili serate e fate scelte di borse in linea con gli outfit che avete in valigia.

6. Cuscino da viaggio e mascherina per dormire.

Cuscino da viaggio e mascherina per dormire non son indispensabili, ma tornano molto utili soprattutto se siete particolarmente in difficoltà a prendere sonno con la luce o in posizioni meno confortevoli, come sulle poltrone di treni e aerei (ma anche in auto).

È vero, il cuscino da viaggio non è proprio l’accessorio da borsetta per eccellenza, ma averlo a disposizione renderà il percorso sicuramente migliore e più rilassante, così potrete iniziare le vacanze al meglio della forma e del benessere.

7. Pochette make-up (e non solo).

La pochette per il make-up è necessaria, indipendentemente dal fatto che siate più o meno dedite a truccarvi ogni giorno e in ogni situazione.

Che siate quindi più dell’idea di portare solo un velo di trucco o che invece puntiate ad un make-up decisamente elaborato, l’ideale è poter contare sempre sui prodotti che utilizziamo maggiormente e che più ci fanno sentire a nostro agio.

Largo dunque a mascara, correttore, ombretto, lip gloss e tutto ciò che può servire in ferie, di giorno o di sera.