foulard con stampe di fiori personalizzati
Read More
Suggestions

A chi si regala un foulard e in quali occasioni

Spesso e volentieri ci troviamo a dover pensare a un regalo da fare. Qualunque sia l’occasione le idee non sempre arrivano e capita dunque di essere in difficoltà. Se da una parte poi è facile trovare regali per le persone che conosciamo meglio, dall’altra c’è sempre il rischio di inciampare in un regalo poco gradito, o magari già ricevuto in passato.

Tra le diverse strade che si possono percorrere quando si vuole (o si deve) cercare il regalo perfetto, ecco che c’è quella del foulard, l’accessorio must-have di ogni stagione e che ogni donna dovrebbe avere all’interno del proprio guardaroba. Il foulard è un regalo che può essere destinato a donne (ma anche uomini) di tutte le età e può essere donato in tutti i mesi dell’anno, poiché è sufficiente scegliere il tessuto più adatto alla stagione et voilà, ecco il regalo perfetto!

 

Foulard: quando regalarlo

A dire la verità non esiste un vero e proprio momento in cui regalare un foulard e tanto meno esiste un’occasione specifica. Ogni ricorrenza è quella buna per sbizzarrirsi alla ricerca di un foulard che possa accontentare la persona che lo andrà a ricevere. Spazio a foulard di seta, ma anche a sciarpine leggere, pashmine e anche sciarpe pesanti, maxi sciarpe o sciarpe over, ideali per i mesi più freddi dell’anno.

Se poi siete persone creative che amano particolarmente il fai da te, la soluzione ottimale potrebbe anche essere quella di confezionare sciarpe creative o sciarpe su misura, create apposta per la festeggiata.  Compleanno, onomastico, festa della mamma, Natale… è sempre il momento giusto per regalare un foulard.

 

Foulard: a chi si regala

Generalmente il foulard è un accessorio che può essere regalato davvero a tutti, l’importante però è effettuare una scelta pensata e in linea con lo stile e i gusti della persona che poi dovrà indossarlo. Non importa se si tratta di una persona giovane, meno giovane o giovanissima, perché a fare del foulard il regalo perfetto è proprio la sua universalità: dallo stile più classico, a quello più rock, passando per il bon ton, il vintage, e tutti gli altri ancora… Vi rincuorerà sapere che esistono foulard davvero per tutti.

Come è facile immaginare, più si conosce bene la persona che andrà a ricevere il regalo e più è facile trovare soluzioni che la accontentino, ma cosa succede quando la nostra conoscenza della festeggiata (o del festeggiato) è superficiale? Succede che ancora una volta il foulard torna utile per farci fare bella figura, non solo indossandolo, ma regalandolo. Si tratta infatti di un accessorio facile da apprezzare e utile sempre, senza dimenticare le molteplici vesti che può avere. Molte, infatti, sono le proposte moda che nascono da un “semplice” foulard, declinato poi in veste di turbante, di bandana, di borsa, ma anche di cintura, o di pareo.

Con un solo accessorio avrete quindi regalato la possibilità di utilizzarlo in molti modi, sempre diversi e che permettono alla personalità di ognuno di esprimersi come meglio preferisce.

Il foulard può quindi essere regalato alla mamma, ma anche alla migliore amica, alla suocera, alla fidanzata, alla collega e a chiunque si voglia donare qualcosa di utile e sempre speciale. Non è importante se si tratterà dell’ennesimo foulard, perché tutte le occasioni sono quelle giuste per sfoggiare sempre un accessorio nuovo, da abbinare ogni volta in modo diverso e da proporre con outfit differenti. Non c’è limite alla fantasia e allo stile.

Nel caso di una conoscenza più approfondita, come nel caso di una mamma, di una sorella o di una amica, è possibile anche optare per un foulard personalizzato. Darete vita ad un regalo che sarà molto di più di una semplice stola o di un semplice scialle, poiché sarà un oggetto creato appositamente pensando alla persona a cui è destinato.

Perché ad esempio non lasciarsi guidare dal meraviglioso e interessante mondo dei fiori e del loro linguaggio? Ogni fiore rappresenta un sentimento, una caratteristica o uno stato d’animo; perché non approfittarne regalando a una persona speciale un foulard unico e capace di comunicare un sentimento?

 

Foulard: dillo con un fiore

Non per tutti è semplice raccontare i sentimenti e ciò che si prova, per questo a volte può essere d’aiuto un regalo scelto con attenzione. Trovare il fiore giusto, che comunichi esattamente ciò che desideriamo può richiedere qualche tempo, ma la verità è che alla fine ne sarà valsa davvero la pena. Cercare e trovare il fiore giusto da stampare sul foulard da regalare sarà divertente ed emozionante tanto per voi, quanto per la persona che lo riceverà in omaggio.

Scegliete la dimensione del foulard e i tessuti che preferite, dopodiché fate realizzare appositamente per voi il foulard che andrete a regalare e il successo è assicurato. Oltre a donare un accessorio evergreen, sempre di tendenza, regalerete anche una parte di voi, con tanto di dedica sentimentale. Farete un figurone!

Fonte foto: Photo by Ales Me on Unsplash

foulard personalizzato arja cajo
Read More
Suggestions

Foulard da regalare. Come sceglierlo e perché

Durante l’anno capita spesso di trovarsi di fronte al momento di pensare ai regali. Che siano per il compleanno, piuttosto che per la laurea o per Natale o ancora per San Valentino, per la festa della mamma e chi più ne ha più ne metta, la domanda ricorrente è sempre la stessa: cosa scegliere?

Il momento di pensare ai regali non è vissuto da tutti nello stesso modo, perché se da una parte c’è chi adora confezionare presenti più o meno originali, dall’altra c’è anche chi non è mai convinto e non trova l’idea giusta, in nessuna occasione.

Acquistare il regalo perfetto è quasi sempre un dilemma e, a meno che non si abbiano ricevuto richieste specifiche, bisogna fare affidamento solo sulla propria fantasia e sul proprio intuito. Certo conoscere bene la persona che andrà a ricevere il regalo sarebbe davvero importane, ma a volte non è possibile e quindi ci si deve basare solo su quanto si sa.

Molti sono gli oggetti che se regalati sono sempre apprezzati e tante volte non è necessario dover spendere una fortuna. Pensiamo per esempio al foulard, accessorio femminile per eccellenza e adatto a donne di tutte le età, da indossare per ogni occasione e in tutti i mesi dell’anno.

 

Come scegliere un foulard da regalare?

Una volta scelto di percorrere la strada del foulard, non resta che concentrarsi sulla tipologia. Scegliere un foulard da donna può sembrare molto semplice, ma non per questo bisogna sottovalutare questa attività.

Innanzitutto, bisogna concentrarsi sulla persona che andrà a ricevere il nostro regalo e da lì si inizia a fare una selezione di caratteristiche che desideriamo abbia il foulard da consegnare. Si può optare per una sciarpa creativa, per una stola elegante, per un foulard in seta oppure per una pashmina, facendo attenzione al colore, al tessuto e al modello.

La stampa si o no?

Volete andare sul sicuro e fare un regalo certamente apprezzato? Puntate su un foulard stampato, meglio se con stampa floreale. Scegliete una dimensione media, non troppo piccola, così da mettere la persona che lo riceverà nella posizione di poterlo indossare in diversi momenti e in molte occasioni, magari utilizzandolo anche in qualche veste meno convenzionale, come in vita o come pareo.

Dopodiché sarebbe carino (e anche molto interessante) dedicare un po’ di tempo alla ricerca della stampa, considerando il significato dei fiori e del loro linguaggio, cosa che alle fanciulle generalmente affascina molto. Ricevere un foulard è bello, ma ricevere un foulard con una stampa floreale scelta appositamente per la persona che lo indosserà è ancora più speciale. Ogni fiore significa qualcosa: può esprimere un sentimento o raccontare uno stato d’animo, ecco perché la scelta non deve essere affrettata.

Un consiglio

Se il regalo è per la nostra mamma cerchiamo un fiore semplice, che comunichi i nostri sentimenti per lei e vedrete che sarà il regalo più bello! Se invece non c’è abbastanza confidenza da sbilanciarsi con un fiore dal messaggio chiaro, si può sempre puntare su una stampa meno personalizzata ma sempre di effetto, come una stampa all over, sempre rigorosamente a tema floreale.

Tutto quindi dipende dai gusti e dallo stile di chi andrà a ricevere il nostro regalo, primo vero punto di partenza dal quale iniziare la ricerca. Le possibilità a disposizione sono diverse e per non osare troppo si può sempre optare per la tinta unita, magari in un colore neutro, come potrebbe essere la stola champagne o la stola rosa cipria.

 

Regali donna. Perché scegliere un foulard

Perché regalare un foulard? La risposta è piuttosto semplice, poiché in un solo accessorio sono racchiusi molti modi per indossarlo, che fanno di lui un vero must-have per tutte le stagioni. Il foulard, infatti, si presta meravigliosamente ad essere indossato in testa come bandana, come turbante, al collo come sciarpina leggera o anche in vita come pareo o copricostume, ma anche come cintura, come accessorio borsa, insomma, c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Regalare un foulard è semplice, difficilmente si cade in errore, poiché non ci sono taglie da rispettare o modelli che potrebbero potenzialmente andare fuori moda dopo pochi mesi. I foulard di seta è un vero evergreen, adatto alle donne più femminili, ma anche a quelle che non sempre si prendono troppo sul serio, insomma, c’è un foulard per tutte, ma proprio tutte tutte!

Fonte foto: Photo by cottonbro from Pexels

come indossare due foulard insieme sulla testa
Read More
Tutorial

Indossare due foulard insieme: idee

Ogni outfit che si rispetti è tendenzialmente accompagnato da uno o più accessori che inevitabilmente conferiscono al look un aspetto diverso a seconda di quale si sceglie di abbinare. Gli accessori fra cui poter scegliere sono i più diversi e permettono di spaziare da uno stile all’altro in poche mosse. Mai sottovalutarne l’importanza, perché  facendone buon uso ne potrete solo trarre beneficio.

Nel caso del foulard moltissime sono le combinazioni e altrettante le modalità di utilizzo del foulard stesso, accessorio sempre di tendenza e adatto ad accompagnare ogni stile, dal più glamour al più sportivo, dal più sofisticato al più casual. L’importante, quando si vuole indossare un foulard di seta, è avere ben chiaro il ruolo che gli si vuole dare, poiché tutto dipende da come lo si indossa.

Il foulard e le sciarpe leggere (ma anche le stole eleganti e le sciarpe invernali) possono essere sì indossate al collo come previsto dall’immaginario comune, ma la verità è che molte sono le forme che possono prendere tali accessori; se la sciarpa e il foulard vengono quindi indossati generalmente al collo, gli stessi si possono declinare ad altri utilizzi: cinture, turbanti, bandane, top, accessori borsa, ecc… Avrete solo da scegliere quale fa per voi. Il consiglio, quando si ha a che fare con i foulards ma non solo, è quello di non limitare la fantasia e la creatività. Lasciatevi ispirare dal vostro mood e magari dalle tendenze della stagione e vedrete che il risultato sarà garantito e vi sentirete sempre perfette e super-fashion. Date uno sguardo alle passerelle e trovate un compromesso con la vostra personalità et voilà… ecco il look di tendenza fatto su misura per voi.

Essere creativi in materia di moda non è sempre così immediato, poiché non tutti amano osare o provare a vestire stili considerati meno propri, tuttavia ci sono alcuni piccoli accorgimenti che si possono tentare, per conferire al look un’allure diversa e… invidiabile.

Foulard: come indossarlo

Per indossare un foulard  non c’è bisogno di molti consigli, ma qualche idea torna sempre utile. Ecco alcuni consigli per indossare due foulard insieme.

1. Al collo. Il bello di indossare i foulard al collo è che ci sono molti modi per portarlo. Ci sono tante tipologie di nodi che si possono fare, così da avere sempre un effetto diverso, trovando il più adatto in ogni circostanza e in ogni momento della giornata. Provate ad avvolgere al collo due foulard di seta, meglio se di dimensioni ridotte, e scoprirete subito che il gioco di colori dato dai due accessori insieme è una vera scoperta. Osate anche con due sciarpine leggere o con  due pashmine sottili e il risultato non vi deluderà.

2. In testa. Ultimamente sta tornando molto di moda il turbante, da sfoggiare principalmente nei mesi più caldi. Ecco dunque che torna utile avere a disposizione qualche foulard di seta da utilizzare in veste di turbante. E per ottenere un effetto ancora più speciale, intrecciare due foulards insieme può essere la risposta. Potrete decidere se abbinare due foulard in fantasia, oppure in tinta unita o anche alternarli; provate le diverse opzioni per trovare quella che meglio si addice a voi e al vostro stile.

3. All’interno di una acconciatura. Pensate principalmente per coloro che vantano una chioma di capelli lunghi, le molte idee di acconciature con foulards si possono riproporre anche con l’utilizzo di due foulards insieme, che arricchiranno ulteriormente il vostro outfit. Molto belli visti all’interno di una treccia, ma anche con gli chignon e le acconciature più complesse, i foulards vi renderanno ancora più uniche.

4. In vita. Avete mai pensato ad utilizzare i foulard di seta come cinture? Se la risposta è No, è giunto il momento di farci un pensierino. Da provare con le gonne lunghe, ma anche con il denim (lungo, bermuda o shorts) e scoprirete di non potervi più fare a meno. Prendete due foulard e arrotolateli prima su loro stessi e poi insieme; ecco che in un attimo avrete realizzato una cintura perfetta, da mostrare a tutte e che tutte vi invidieranno.

Niente poi vi vieta di indossare due foulard insieme in due vesti diverse: uno al collo e uno nella treccia per esempio. Ecco dunque che in pochissimi minuti, con un solo articolo, avrete a disposizione una vasta gamma di capi e accessori tra cui scegliere. Mica poco!

Photo by lexie janney on Unsplash

arja cajo foulard personalizzati colorati
Read More
Suggestions

Foulard e cappelli: quale scegliere a seconda del colore

Ogni volta che ci prepariamo per uscire il nostro obiettivo è (quasi) sempre quello di avere indossato un outfit adatto alla circostanza e che ci faccia sentire a nostro agio, ma che sia anche azzeccato in tutto il suo insieme.

Una volta scelto cosa indossare, che sia un abito, un completo, una tuta sportiva o un vestito da cerimonia, il passo successivo è quello di pensare a ciò che ruota attorno al look, ovvero gli accessori. Spesso ritenuti superflui, gli accessori svolgono invece un ruolo fondamentale da non trascurare mai, poiché sono capaci di rivoluzionare interamente l’effetto del nostro apparire.

Quando si pensa agli accessori, si apre immediatamente la porta di un mondo ricco, all’interno del quale avremo solo l’imbarazzo della scelta. Gioielli, foulard, stole, cappelli, guanti, sciarpe, occhiali, sono solo alcuni tra gli oggetti da scegliere per rendere perfetto il nostro look.

Foulard o cappelli? Quale scegliere

Generalmente, nella sua veste più tradizionale, il foulard è visto come un accessorio da portare al collo, ma la verità è che si tratta di un capo talmente versatile, che grazie alla sua forma e alla sua semplicità riesce a ricoprire più ruoli, riuscendo sempre nell’intento di sorprendere chi lo andrà a indossare. Non dimentichiamo poi che il foulard non passa mai di moda, posizionandosi come un capo di tendenza, un vero evergreen.

Il foulard può dunque sì essere portato al collo tuttavia, ci si può sbizzarrire anche a indossarlo in testa come turbante, come bandana o anche in vita come cintura oppure  come pareo per l’estate, ma non solo.

Quando scegliere quindi un foulard in testa? Quando optare invece per un cappello? Certamente la risposta risiede principalmente nell’effetto estetico che volete rendere con la vostra decisione, perché di cappelli ne esistono centinaia di modelli, fatti a loro volta di molti tessuti differenti, per non parlare dei colori, ma la stessa cosa vale anche per i foulards. Se il foulard propone tendenzialmente sempre la stessa forma quadrata, non significa che questo “limite” non gli consenta di essere indossato con creatività in molte varianti diverse. Provare per credere!

Foulard e cappelli: quando il colore è importante

Parlando di abbinamenti e di come accostare capi, calzature e accessori, il colore è fra le discriminanti più considerate, soprattutto se non sempre amiamo osare con toni particolarmente accesi o addirittura fluo. È vero però che quando inizia il periodo Primavera-Estate, la voglia di colore si accende un po’ in ognuno di noi, portandoci inevitabilmente a indossare nuance pastello, o semplicemente qualcosa di bianco. Ma se invece anche l’estate non vi incoraggia ad avvicinarvi alle fantasie più colorate, potrete sempre fare leva sul foulard. Il foulard di seta è facile da trovare in fantasie anche molto variopinte, così da dare quel tocco di colore a un outfit che diversamente apparirebbe cupo e forse spento.

Perché quindi non provare a indossare un foulard o sciarpe di seta in veste di turbante o di bandana? Così facendo darete tutto un altro aspetto al vostro look!

Il cappello e la bandana possono essere in tinta unita, in fantasia e anche in microfantasia. Le stampe sono moltissime, da quelle floreali a quelle geometriche, passando per pois, righe ed elementi astratti: il segreto per scegliere è quello di valutarli in base al colore e al resto dell’abbigliamento che intendete sfoggiare.

L’altra strada da poter percorrere è quella di optare per un cappello, per la scelta del quale avrete solo che da divertirvi. Il cappello è perfetto tanto in inverno quanto in estate. Durante i mesi più freddi, abbinandolo a una sciarpa invernale o perché no, a sciarpe di lana particolari, il cappello completerà il vostro outfit. Ancora una volta ecco che gli accessori non si presentano “solo” come capi utili (per esempio a ripararci dal freddo) bensì come veri e propri elementi moda da curare e scegliere nel dettaglio. Il cappello non è solo un accessorio invernale, ma anche un vero alleato di stile durante i mesi più caldi: dal modello con la visiera, e quello in cotone leggero, passando per il basco e per quelli con la tesa larghissima, sono tutti copricapo perfetti sia sotto l’ombrellone, sia durante i pomeriggi di shopping con le amiche.

Non vi resta dunque che scegliere tra cappello e foulard, ricordando sempre che avere tutto a disposizione nel guardaroba può essere di vero aiuto in fase di scelta outfit!

Fonte foto: Photo by Magda Ehlers from Pexels

Read More
Suggestions

Foulard nei capelli: come indossarlo a seconda del taglio

Potrete non essere d’accordo, ma volenti o nolenti, tutti e tutte in un certo senso seguiamo le tendenze, sia in materia di stile, sia per quanto riguarda tutti gli altri aspetti della vita. Ma parlando di moda, non è solo l’abbigliamento a fare parte di questo mondo, perché anche calzature, accessori, gioielli, make-up e acconciature seguono le influenze, stagione dopo stagione, anno dopo anno.

Esattamente come per i capi di vestiario, anche accessori e acconciature hanno la tendenza a riproporsi nel corso del tempo, tornando seppure rivisitati in chiave contemporanea. Le mode arrivano, passano e poi, spesso, ritornano anche se riviste in versione più moderna. Ecco perché lo stile e il gusto personale sono importanti almeno quanto le passerelle, poiché ogni cosa è ancora più bella se personalizzata e studiata sulla propria silhouette, valorizzando i punti di forza che ognuno di noi ha.

Principalmente nel periodo Primavera-Estate, tra i must-have di stagione troviamo il foulard nei capelli, un vero e proprio alleato di stile, adatto per tutte le età e pensato per poter essere indossato (quasi) in tutte le occasioni, anche le più glamour. Il foulard nei capelli si distingue dalla bandana per capelli (o più semplicemente fazzoletto di stoffa) per la sua estetica, ma anche per il suo utilizzo.

Foulard nei capelli: come indossarlo

Indossare il foulard nei capelli può apparire più complicato di quanto in realtà non sia, soprattutto se vi si approccia per la prima volta. Il segreto è quello di lasciarsi guidare dal proprio gusto e dal proprio stile, riuscendo così a creare l’effetto estetico perfetto per noi e per l’occasione d’uso.

Il foulard di seta è per eccellenza un accessorio evergreen, sempre di moda e adatto per tutte le età; l’importante è scegliere il giusto modello e farne l’uso più indicato nelle diverse occasioni. Il foulard al collo è adatto sempre, in ogni stagione e non importa che siate giovani, giovanissime o meno giovani, perché il foulard al collo non conosce età.

Per quanto riguarda il foulard nei capelli, invece, è bene accompagnarlo a un look non troppo in contrasto, così da apparire bellissime a 360 gradi. Diverse sono le opzioni da dover considerare prima di indossare un foulard nei capelli, poiché bisogna aver presente quale tipo di foulard scegliere e quindi indossarlo anche in relazione al nostro taglio di capelli.

Il foulard può essere indossato direttamente sulla testa, oppure utilizzato come parte di un’acconciatura più o meno complessa; dovete solo provare per decidere quale vi convince di più. Considerate comunque il vostro taglio di capelli come punto di partenza per decidere e il resto verrà da sé.

Foulard nei capelli: per ogni taglio il suo utilizzo

Potremmo distinguere i tagli di capelli in tre grandi aree: capelli corti, capelli medi e capelli lunghi. È vero poi che la tipologia del capello (riccio, liscio, mosso, fine, grosso…) può veriare l’effetto, ma è la lunghezza dei capelli a fare la differenza più importante.

1. Foulard e capelli corti. Al primo impatto i capelli corti possono sembrare più complicati da gestire con un foulard, ma la verità è che tenere in ordine un taglio corto con il foulard è facile e da provare almeno una volta. Si può creare un turbante con il foulard, ma anche indossarlo appoggiandolo semplicemente sulla testa e annodando sulla nuca le due estremità per bloccare il tessuto. I foulards di seta, ma anche le sciarpine leggere, sono belle da sfoggiare soprattutto nei mesi più caldi dell’anno, per arricchire un look estivo rendendolo davvero irresistibile. Con il foulard, il vostro taglio corto sarà ancora più valorizzato.

2. Foulard e capelli medi. Le lunghezze medie sono le più frequenti e quelle che piacciono di più. Indossare il foulard con i capelli medi è facilissimo, perché il foulard diventa utilizzabile in ogni veste: turbante, bandana, acconciatura, tutto dipende solo dal vostro stile e dal vostro mood. Sperimentateli tutti, solo così potrete trovare l’utilizzo più in linea con il vostro io e con i vostri outfit preferiti.

3. Foulard e capelli lunghi. I capelli lunghi sono da sempre i migliori per realizzare le acconciature, anche quelle più complesse. Creare acconciature con il supporto di foulard di seta è divertente e creativo, ma soprattutto capace di regalare un effetto davvero unico e di grande impatto. Dalla semplice treccia, al raccolto più elaborato, il capello lungo accoglie il foulard come parte integrante dell’acconciatura, donando eleganza e stile. Se invece avete i capelli lunghi ma le acconciature non sono proprio il vostro punto di forza non temete, perché potete sempre utilizzare i foulard di seta in tutte le altre vesti. Largo dunque alla fantasia, la sola che vi dovrà guidare in questa operazione di foulard nei capelli!

foulard stampati stampa
Read More
News

Stampa foulard: cos’è?

Molti sono gli appassionati di moda e di tendenze. Anno dopo anno nascono nuovi stili e sulle passerelle di tutto il mondo sfilano abbinamenti e contrasti che fino a qualche tempo fa non avremmo mai neanche lontanamente immaginato.

Il bello dell’industria del fashion è quindi la sua creatività, che sempre di più si sposa con idee e creazioni di designer giovani e meno giovani, che popolano il mondo della moda, lanciando tendenze stagionali che i fashion addicted non vedono l’ora di proporre e sfoggiare.

Molti sono gli aspetti da considerare quando si sceglie di definire (seppure a grandi linee) la moda della prossima stagione. Innanzitutto, di guarda ai tessuti, ma non si devono tralasciare colori, tagli, vestibilità e stampe; queste ultime sono tra le più guardate, sia per quel che concerne i capi di abbigliamento, sia per quanto riguarda calzature e accessori.

In materia di accessori, la stampa è fondamentale quando si parla di foulard, di sciarpe, ma anche di stole e di scialli. Quando si sceglie quale foulard indossare è importante prendere in considerazione tutti gli aspetti che lo caratterizzano, dalla dimensione, al tessuto, passando per colore e stampa.

Stampa foulard. Quale scegliere?

Le tecniche di stampa che si possono utilizzare sono molte e questo vale per l’abbigliamento e anche per i foulards, poiché tutto dipende dall’effetto che si vuole creare una volta terminata la lavorazione del capo o dell’accessorio. Non dimentichiamo mai che anche il più piccolo dettaglio (che troppo piccolo non lo è mai) può fare la differenza.

Un foulard di seta, grazie alla sua stampa, può definirsi perfetto per un’occasione piuttosto che per altre, ecco perché l’idea migliore sarebbe quella di avere a disposizione alcuni foulard dalle diverse stampe, così da avere sempre l’accessorio giusto da abbinare ad ogni look. È giunto quindi il momento di controllare bene sul fondo di tutti i cassetti e su tutti i ripiani degli armadi, alla ricerca dei foulard che sicuramente nascosti da qualche parte troveremo. E se così non dovesse essere, non è mai troppo tardi per correre ai ripari e procurarsi qualche foulard o qualche sciarpa leggera, che possa essere sempre pronta all’uso!

Le stampa più utilizzata (e forse anche la più apprezzata) è certamente quella floreale, adatta agli outfit primaverili ed estivi, ma se creata con i giusti colori, perfetta anche per l’Autunno-Inverno. I fiori sui foulard possono essere i più vari e lo stesso vale per la loro dimensione: un foulard può infatti presentare un solo bouquet di fiori, un singolo fiore o anche una microfantasia caratterizzata da tanti fiori più piccoli, magari in stampa all over che ricopre interamente il capo.

Attraverso il nostro stile comunichiamo qualcosa di noi e della nostra personalità, motivo per il quale è bene scegliere con cura l’outfit che pensiamo di indossare ogni giorno. Non sono solo i colori dei nostri capi di abbigliamento a raccontare di noi, ma anche le stampe che scegliamo di proporre risultano alquanto comunicative. Creare sciarpe che abbiano una stampa specifica ci permette di avere sempre a disposizione un oggetto unico e, per la maggior parte delle volte, realizzato appositamente per noi come pezzo raro e quindi davvero speciale. Una limited edition da sfoggiare sempre, in ogni occasione.

La scelta delle stampe floreali non è da lasciare al caso. La verità è che esiste un linguaggio dei fiori, che permette di comunicare qualcosa di noi o un nostro stato d’animo. Ad ogni fiore corrisponde una sensazione o una caratteristica della personalità, l’obiettivo è quindi scegliere quello più adatto e… il gioco è fatto.

Che preferiate sciarpe lavorate a mano, sciarpe oversize oppure sciarpe su misura, l’importante è avere bene le idee chiare sul modello, sul colore e sull’eventuale stampa.

Foulard stampati: come utilizzarli

Il foulard, accessorio versatile per eccellenza, è sempre bello da abbinare, soprattutto perché si accosta alla perfezione ad ogni look, da quello più classico a quello più eccentrico. Insomma, qualunque sia il vostro stile prediletto è sicuro che troverete un foulard da intonare all’outfit. Potete anche divertirvi a giocare con i foulard di seta, indossandoli magari come cinture, o anche come turbanti, bandane o fasce per capelli. Se poi la stagione lo consente, il foulard (soprattutto quelli dalle dimensioni più grandi) può trasformarsi in un’ottima alternativa al pareo o al copricostume, facendovi apparire sempre al top.

Tuttavia, se queste proposte non incontrano il vostro gusto, resta sempre l’utilizzo più tradizionale del foulard che è quello di proporlo al collo, annodato o semplicemente appoggiato sulla nuca. Bello da vedere e utile in caso di aria condizionata troppo forte o vento improvviso. Non vi resta che provare tutte le varie alternative e scoprire quale è più in linea con il vostro mood e il vostro stile. Se poi vi piaceranno tutte, ecco che potrete contare su un look sempre contemporaneo e mai monotono!

Fonte foto: Foto di young jekar da Pixabay 

foulard nei capelli come non farlo scivolare
Read More
Suggestions

Foulard nei capelli: come non farlo scivolare

Quando si parla di moda non è solo il mondo dell’abbigliamento ad essere in primo piano, bensì anche tutto ciò che vi ruota attorno. Dalle calzature ai gioielli, passando per accessori vari, make-up e acconciature. Curare tutto nei dettagli permette di sentirsi sempre a proprio agio, che sia al lavoro o durante il tempo libero.

Stagione dopo stagione le proposte si susseguono, più o meno innovative, ma sempre degne di nota, soprattutto per le fashion victim più agguerrite, che non perdono mai occasione per seguire le tendenze del momento e realizzare outfit contemporanei e creativi.

Spesse volte il segreto per essere sempre meravigliosamente fashion è nei dettagli, o meglio, in quelli che apparentemente sembrano “solo dei semplici dettagli” ma che si rivelano poi il fulcro dell’intero look, senza i quali non si potrebbe ottenere l’effetto desiderato.

Un esempio su tutti è dato dagli accessori, la colonna portante di un vero e proprio outfit che si rispetti. Considerando gli accessori, a farla da padrone è il foulard, il must-have di ogni stagione, nonché evergreen immancabile in ogni guardaroba. A seconda della stagione e dell’occasione, ecco che il foulard si può declinare in molte vesti differenti, tutte diverse e contemporaneamente uniche.

Foulard nei capelli. Bandana, fascia, turbante e molto altro ancora

Il foulard nei capelli, ma anche la bandana in testa sono tendenzialmente una scelta interessante per i look di Primavera-Estate, sempre molto colorati e caratterizzati da tessuti leggeri e scivolati. Il foulard nei capelli rappresenta una tendenza moda pensata per tutte le età e per tutti gli stili, da quello più casual, a quello più rock.

Foulards, sciarpine leggere, sciarpe creative e stole sono facili da reinventare e da indossare in tutte le occasioni, abbinandole ad ogni tipo di look. Il foulard di seta (quello presente più frequentemente negli armadi di ogni donna) è un accessorio sempre perfetto, facile da indossare e da armonizzare con il resto dell’outfit.

Tra le diverse possibilità che offre il foulard c’è quella di indossarlo in testa. Come bandana, come turbante, come fascia o semplicemente come copricapo, il foulard di seta incontra tutti i gusti ed è adatto a tutte le età.

Foulard nei capelli. Come indossarlo?

Va da sé che il gusto personale deve sempre essere preso in considerazione, soprattutto quando si tratta di stile, tuttavia ci sono alcune linee guida adatte generalmente per tutte le situazioni. Indossare il foulard nei capelli è facile e richiede davvero poche semplici mosse. Scegliete voi se preferite l’effetto fascia o l’effetto turbante, dopodiché sperimentate differenti effetti estetici e lasciatevi ispirare dal mood del momento.

Una volta indossato il foulard in testa potrebbe succedere un piccolo inconveniente, poiché la seta ha la tendenza a scivolare, rendendo difficile la tenuta della vostra creazione. Come fare dunque per non fare scivolare il foulard una volta indossato sulla testa? Le possibilità non sono poi così numerose, ma qualche trucchetto furbo lo si trova sempre.

Foulard nei capelli: come non farlo scivolare?

Ecco alcune possibilità che esistono per evitare che il foulard di seta scivoli una volta indossato. Naturalmente tutto dipende dalla manualità, ma anche dall’effetto ultimo che si vuole dare. Fate qualche tentativo e certamente troverete ciò che meglio si addice a voi.

1. Nodi. La cosa più semplice che si possa fare per evitare che la seta scivoli dalla testa è quella di realizzare uno o più nodi, così da bloccare il tessuto. Il nodo si può fare sotto la nuca se lo si vuole nascondere, ma anche lateralmente o frontalmente, proponendo così un effetto diverso.

2. Forcine o mollette. L’utilizzo di forcine o mollettine varie è una buona soluzione, adatta tanto per chi porta i capelli lunghi, quanto per chi invece sfoggia acconciature più corte. Un accorgimento: cercate forcine in tinta con il vostro colore di capelli e possibilmente che si nascondano anche tra le fantasie dei foulards. Le forcine e le mollette devono risultare il più invisibile possibile.

3. Acconciature furbe. Provate a fare una semplice coda di cavallo e intrecciare all’interno della stessa il vostro foulard. Si tratta di un ottimo punto di partenza per bloccare l’estremità del tessuto. Un’altra idea, se vi piacciono le trecce, è quella di utilizzare il foulard come parte integrante dell’acconciatura e quindi come ciocca per la vostra treccia. Provare per credere, il risultato sarà invidiabile.

4. Elastici. Sia che scegliate di utilizzare un solo elastico, sia che invece optiate per più elastici magari piccoli, l’idea di base è sempre quella di sfruttare gli elastici per tenere fermo il foulard, così non avrete più il pensiero di ritoccare l’acconciatura e sarete perfette tutto il giorno.

Fonte foto: Photo by Dids from Pexels

come fare un turbante partendo da un foulard
Read More
Tutorial

Fare un turbante con un foulard in 4 mosse

Le stagioni passano e le tendenze cambiano, tuttavia ci sono capi e accessori che non passano mai di moda e piacciono (quasi) a tutti. Il panorama degli accessori è ricco e comprende oggetti di vario genere, dai bijoux ai gioielli super lusso, ma anche cappelli, sciarpe, foulard e molto altro ancora.

Quando si pensa a un outfit è sempre bene immaginarlo nella sua totalità, a 360 gradi, così da avere bene in mente tutti i vari abbinamenti che si possono provare, sempre a seconda dell’occasione e della stagione in corso. Lasciatevi ispirare da ciò che vi circonda e magari da qualche proposta vista in passerella o sulle pagine di moda.

Un vero must-have per la Primavera-Estate è il foulard, pensato in tutte le sue declinazioni, perfetto per tutte le età e per tutti i gusti. Provare per credere. Il foulard di seta è uno di quegli accessori che si trovano un po’ in tutti gli armadi, indipendentemente da quale sia il vostro stile preferito. Il vero segreto è saper utilizzare i foulards, indossandoli sempre in maniera diversa, per non annoiarsi mai.

Foulard o turbante. Come realizzarlo?

Tra le numerose vesti che può ricoprire il foulard (accompagnato da stole eleganti, scialli, sciarpine leggere) c’è quella de turbante, molto in voga negli ultimi anni, ma contemporaneamente accessorio antico e molto sfruttato nel corso dei secoli, da uomini e donne.

Oggigiorno il turbante è da considerare un vero e proprio accessorio moda, perfetto per accompagnare look estivi di ogni genere, dando quel tocco di personalità che non guasta mai. Il turbante è da vedere come un accessorio evergreen, sempre di tendenza, anno dopo anno.

Ma come realizzare un turbante? Molte volte l’ostacolo principale è legato al pensiero di non riuscire a dare vita a qualcosa, ma nel caso del turbante possiamo dire addio a questo presunto problema, perché realizzare un turbante di tendenza sarà molto più facile a farsi che a dirsi.

Turbante con foulard: perfetto in 4 mosse

Prima di iniziare a creare il vostro turbante perfetto, è importante fare la giusta scelta in materia di foulard. Innanzitutto, è bene avere a disposizione un po’ di modelli di foulard, così da avere diverse opzioni tra cui scegliere, dopodiché le caratteristiche fondamentali da considerare solo la fantasia (e il colore) e la dimensione.

I foulard di seta sono tra i più utilizzati, manche cotone, lino e organza. Tutto dipende dall’effetto ultimo che volete proporre.

Per realizzare un turbante i passaggi possono essere diversi, ma il più semplice si riesce a creare in 4 semplici mosse:

1. Posizionare il foulard in testa. Appoggiare il foulard sulla testa. Mettere semplicemente il foulard sui capelli è il primo step, qualsiasi tipo di turbante vogliate indossare.

2. Avvolgere il capo. Prendere le estremità e portarle sotta la nuca, magari annodando, per evitare che il foulard si muova, vanificando quanto fatto fino a questo momento.

3. Arrotolare il foulard “in eccesso”. Arrotolare su sé stesso il tessuto rimasto. Potere scegliere se arrotolare il foulard letteralmente, frontalmente o posteriormente. La scelta è puramente estetica, ma ricordate che il risultato cambia a seconda della strada che deciderete di percorrere.

4. Fissare il tessuto. Come ultimo passaggio bisogna fissare il finale del turbante/foulard. Questa operazione è fattibile attraverso mollette (o forcine) oppure creando un piccolo nodino nascosto. Dopo qualche turbante di prova sarà un vero gioco da ragazzi indossarlo in pochissimi minuti.

Si tratta di una semplice linea guida da cui tratte un piccolo spunto per un primo approccio al mondo dei turbanti, anche perché sarete voi a scegliere come preferite indossarlo, in relazione al vostro stile e all’occasione d’uso.

Turbante: come abbinarlo

Una volta imparato a dare vita al turbante partendo da un semplice foulard, ecco che in ogni momento sarà possibile indossarlo, sempre che sia in linea con il vostro outfit e con il contesto che vi circonda.

Tra le proposte di look che meglio si intonano con il turbante, ci sono certamente quelle più estive e colorate, anche se il turbante si può tranquillamente declinare diversamente. Abbinare un turbante a un lungo abito leggero e scivolato è tra le opzioni più diffuse, magari completando il tutto con un sandalo flat, rigorosamente gioiello. Se invece la vostra personalità è più sportiva non disperate, perché il turbante è perfetto anche con shorts in jeans e top colorato.

Insomma, la verità è che non esiste un solo modo per realizzare un turbante e neanche un solo stile per poterlo sfoggiare, anzi. Il bello di questo accessorio così versatile è proprio la sua universalità, che lo rende adatto sempre, a tutte le età e per tutte le fisicità. Qualsiasi taglio di capelli abbiate va bene per indossare il turbante, poiché si tratta di un accessorio capace di valorizzare al massimo i lineamenti del viso. Scegliete quindi con attenzione anche il make-up, a seconda del risultato che volete ottenere.

Fonte foto: Photo by mentatdgt from Pexels

arja cajo foulard per ogni età
Read More
Tutorial

Come indossare un foulard a seconda dell’età

Quante volte abbiamo sentito dire che esiste un tempo per tutto? Se per tanti aspetti della vita si tratta di una reale verità, per quanto riguarda la moda, sicuramente ci sono delle eccezioni.

Il mondo del fashion è vario, coinvolge davvero tutti e ognuno può esprimere se stesso attraverso i capi di abbigliamento che sceglie di indossare, ma anche attraverso acconciature, make-up, accessori, calzature e gioielli. Tutto parla di noi, anche gli accessori più piccoli e apparentemente meno significativi. Accessori ne esistono in grandi quantità e fra gli intramontabili c’è il foulard.

Il foulard (di seta, ma anche di altri tessuti da scegliere in relazione alla stagione in corso) è un accessorio dalla lunga storia, utilizzato già nell’antichità e che ancora oggi vive in primo piano, soprattutto per i più attenti in materia di stile.

Da Grace Kelly a Audrey Hepburn, molte sono le icone di bellezza che da sempre richiamano fascino per eccellenza e in comune hanno il fatto di avere indossato foulards.

Grazie alla sua estrema versatilità, il foulard ricopre un ruolo importante nel look di tutti i giorni, regalando un tocco speciale in ogni occasione.

Per gli outfit più semplici e per quelli più eleganti, il foulard, la stola e lo scialle sono degli alleati che, una volta scoperti, non si potranno più trascurare. Basti pensare alle cerimonie, alle occasioni più glamour e immediatamente ci immaginiamo abiti raffinatissimi, immancabilmente arricchiti dal stole eleganti, da sciarpe leggere e scivolate o da foulard in seta capaci di rendere unico il look.

Foulard: occasioni e stile

Ogni occasione è buona per indossare un foulard. Lavorate in ufficio? Foulard. Siete spesso all’aria aperta? Foulard. Partecipate spesso a eventi chic o colazioni di lavoro? Foulard. Vi allenate al parco? Foulard. Insomma, il foulard è la risposta a tutto, poiché molte sono le facce che possiede e gli stili che può valorizzare.

Pensare al foulard troppo spesso richiama il suo utilizzo più classico, ovvero avvolto al collo, ma sapete quanti altri usi si possono fare di questo straordinario accessorio? P

otete indossarlo come fascia per capelli, come bandana in testa, come turbante, come cintura, come pareo o come top, ma ancora come bracciale, come accessorio borsa o come stola. Vi pare poco?

Foulard: quale scegliere a seconda dell’età

Il foulard vi fa venire in mente solo l’armadio della nonna o della zia? Bene, è arrivato il momento di cambiare idea. Le giovani e le giovanissime difficilmente acconsentirebbero a indossare un foulard al collo, a meno che non si trovino obbligate, ma la verità è che le teenagers (e non solo) hanno una grande quantità di opzioni a loro disposizione, per poter abbinare il foulard, senza dimenticare le tendenze del momento.

Provate il foulard al posto della fascia per capelli e al posto del pareo in spiaggia e vedrete che il passo successivo sarà solo quello di “rubare” tutti i foulard a mamme, sorelle, zie e perché no, anche nonne.

Per tutte coloro che invece non sono più ragazzine, non è il caso di disperare, perché il foulard è perfetto per tutte, non solo al mare. L’idea del turbante è valida per ogni età, a patto che rispecchi in toto il vostro stile, dopodiché molti sono gli utilizzi che potrete fare del foulard di seta. Non dimenticate le stole per cerimonia, ma anche lo scialle elegante e la sciarpa in seta, perfette per accompagnare i vostri outfit. Sempre.

Per le donne adulte è importante sfatare il mito delle sciarpe nere o delle tinte unite. Ricordatevi che avere qualche anno (o qualche chilo) in più non significa vestire solo di scuro, anzi. Provate ad abbinare un bel foulard di seta variopinto (meglio se dalle tinte forti e in contrasto) a un look total black e vedrete come cambia l’effetto. Sciarpa bianca e nera sì, ma con moderazione. Non potete fare a meno di indossare solo abiti neri? Lasciate comunque un po’ di spazio al colore, magari proprio da gestire con gli accessori, ne rimarrete catturate.

In materia di stile le tendenze contano, è vero, ma il reale segreto è quello di sentirsi sempre a proprio agio e perfette con ciò che si indossa, perché solo così convincerete chi vi sta intorno che siete davvero irresistibili. Ad ogni età.

Sia che preferiate un look più casual, sia che invece siate più inclini al classico o al bon ton e chi più ne ha più ne metta, sappiate che per ogni look è possibile abbinare un foulard.

Ecco perché è bene averne sempre una bella scorta! Dimensioni, materiali, colori e fantasie sono fondamentali per scegliere i giusti abbinamenti, che devono essere sempre pensati sulla base della vostra silhouette, dell’occasione d’uso e dello stile scelto. Ogni tanto però ricordatevi di giocare con gli accessori, magari provando gli accostamenti di colori e fantasie più improbabili, perché solo così potrete scoprire qualcosa di nuovo che potrebbe piacevolmente stupirvi oppure ricordarvi ancora una volta che osare non fa proprio per voi. Buon divertimento!

Fonte foto: Photo by Andrea Piacquadio from Pexels

bandane personalizzate
Read More
Suggestions

Bandane personalizzate per cani: quando usarle

Gli amanti degli animali sono davvero tantissimi in tutto il mondo. Per alcuni gli amici a quattro zampe diventano dei veri compagni di vita, mentre per altri sono delle vere star da trattare come tali.

Cani e gatti sono tra i più frequenti nel panorama degli animali domestici e fortunatamente sono molte le persone che decidono di prendersene cura, ricevendo in cambio una quantità di affetto difficile da descrivere e da far capire a chi non li ama particolarmente.

Ma il mondo degli animali, oltre a cure e carezze, spesso risveglia anche il lato più fashion dei padroni, che tante volte non perdono occasione di acquistare accessori di tendenza per il loro amico quadrupede. Vale per i gatti, molti dei quali possono sfoggiare collarini con medagliette davvero fashion, ma vale principalmente per i cani, che ogni tanto diventano dei veri e propri influencer.

Acquistare oggetti e accessori per i propri cani è divertente, soprattutto se il nostro cane sembra apprezzare le nostre proposte. Non solo ossa di gomma, premi golosi o giochini di peluche, ma veri e propri outfit da star. Tra le varie tipologie di accessori e capi di abbigliamento che si possono acquistare per i cani, c’è la bandana.

Si tratta di un accessorio utile e di tendenza, pensato per poter essere indossato sia dai cani di taglia grande, sia da quelli più piccoli. Far usare al nostro cane la bandana non è certo indispensabile, ma è vero che dona ancora più fascino al nostro amico a quattro zampe.

Accanto a cappottini, mantelle e gioielli (ebbene sì, c’è anche chi fa indossare al cane collari gioiello più o meno preziosi) c’è la bandana, l’accessorio che rende ancora più unico il nostro migliore amico, senza infastidirlo.

Un tocco di stile anche al cane è una scelta che fanno in tanti, ma quando usare la bandana personalizzata? Per i cani, infatti, esistono anche bandane che si possono customizzare in base alle richieste del padrone, magari con il nome o con qualche simbolo o disegno particolarmente fashion.

Esattamente come succede per la moda, anche il mondo canino ha le sue tendenze e i padroni più abituati a postare foto e stories sui canali social lo sanno bene, tanto da trasformare i loro cagnolini in vere e proprie celebrities.

Come fare una bandana per cane?

Negozi per animali che vendano bandane per cani ne esistono, ma la verità è che si tratta di un accessorio che possiamo fare anche noi a casa, senza bisogno di aver particolari abilità o conoscenze in materia di sartoria.

Innanzitutto, è importante scegliere il tessuto che darà vita alla bandana per cane. Potrebbe essere un foulard di seta che non usiamo più, ma anche un fazzoletto di stoffa o uno scialle elegante che non fa più al caso nostro. Dopodiché, in base alla taglia del nostro cane, si andrà a tagliare la dimensione più adatta a lui.

Generalmente per un cane di taglia piccola è sufficiente realizzare un quadrato di 35×35, per un cane di taglia media un quadrato di 45×45 e per un cane di taglia grande un quadrato di 65×65.

Bandane personalizzate per cani. Quali stoffe scegliere?

Per realizzare bandane divertenti, scegliete stoffe colorate, magari anche in fantasia, così darete al vostro cane un tocco di vivacità in più. Esattamente come accade sulle passerelle più seguite del mondo del fashion, anche per la scelta della bandana dedicata al cane, si può pensare di seguire le tendenze del momento in materia di fantasie o colori, ricordando sempre che non tutti i colori e tutti gli accostamenti sono adatti in tutte le stagioni.

Un occhio di riguardo lo merita anche la scelta della stoffa con quale andrete a realizzare la bandana, poiché non tutti i materiali sono adatti ai nostri amici a quattro zampe.

Meglio optare sempre per tessuti morbidi, come il cotone, che è anche facile da lavare, permettendovi così un ricambio più facile e sicuramente meno stressante. Evitate tessuti “rigidi” che potrebbero rischiare di infastidire il cane, rendendo la vostra idea di bandana certamente meno piacevole per lui e di conseguenza anche per voi, che non avrete più il cuore di fargliela indossare.

Largo dunque anche alle stoffe da riciclo, magari derivanti da camice che non utilizzate più. E per divertirvi maggiormente, dedicatevi al patchwork (sempre che abbiate una seppure minima manualità con ago e filo), riuscendo così a riutilizzare pezzetti di stoffa che diversamente avreste buttato.

Non c’è limite alla fantasia, soprattutto in materia di colori, di riciclo e di bandane creative per cani. Provare per credere!

Ecco dunque che in un attimo penserete a realizzare bandane animalier, bandane zebrate, bandane a righe, bandane a pois, bandane floreali e chi più ne ha più ne metta, ma ricordate sempre che la bandana deve rendere più carino e simpatico il vostro cane, quindi… buon divertimento!

Fonte foto: Unsplash